ALLE ELEZIONI REGIONALI FIP NON VOTERO’:PARLA PAOLO ROSI DELLA PINK BASKET

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Presidente della Pink Basket Catanzaro, Paolo Rosi che pone grossi dubbi sul modo repentino di porre in essere le elezioni da parte della Fip centrale:”Senza confronto non hanno già vinto loro, abbiamo perso tutti”.

La lettera di Paolo Rosi    

In un momento particolare della nostra vita, dovuto a problematiche inerenti la diffusione del virus nel nostro pianeta, sembrano quasi indispensabili e prioritarie le elezioni dei comitati FIP regionali. Sembra assurdo come, in un momento di completo relax, visto il periodo di vacanza, la FIP centrale decida di far effettuare il rinnovo dei comitati regionali per poi arrivare alle elezioni del consiglio nazionale. Nella normalità, le elezioni avvenivano sempre dopo le Olimpiadi e precisamente nei primi mesi dell’anno successivo. Questa volta no, sembra che queste elezioni siano il vero problema della pallacanestro italiana. Mentre aumentano i casi di positivi al Covid nel nostro paese, non sappiamo se le palestre scolastiche saranno date alle Società richiedenti, come svolgere eventuali campionati e a che prezzo, visto le ultime comunicazioni in merito, la Federazione ha pensato che, in questo periodo, fossero necessarie le elezioni.

Il bello della competizione elettorale è il dibattito, il confronto tra le varie anime, che in modo democratico e civile sceglieranno da chi essere rappresentati in queste assemblee. Non si può, a mio modo di vedere, bandire le elezioni nel mese di agosto senza che si apra una discussione seria sui contenuti, ma soprattutto non dare la possibilità di confrontarsi e sostenere, ognuno di noi, le proprie ragioni, le proprie idee, le proprie tesi. Penso, che la comunicazione avviene tra pensieri divergenti che pur contrastandosi con le tesi altrui, possono dare linfa nuova e stimoli a chi poi dovrà guidare l’assemblea regionale.

Pensare che senza confronto si possa dare ampio mandato mi sembra assurdo. Non entro in merito ai singoli candidati che, nutrono tutto il mio rispetto, ma contesto il modo in cui si è arrivati a questa situazione, a votare il precedente consiglio direttivo. Non penso che tutto sia andato per il verso giusto in questo quadriennio e penso anche che molte problematiche importanti non siano ancora state risolte.

Può anche darsi che i futuri rappresentanti del consiglio direttivo abbiano avuto un dibattito tutto loro e saremmo in presenza di una oligarchia oppure che, in barba a tutti i commenti negativi, all’unanimità sceglieremo di votare ciò che abbiamo contestato. Si tratta di essere opportunisti o coerenti con le proprie idee?

In modo democratico, pur non condividendo, accetto questa situazione, ma in modo civile posso rivendicare il mio diritto di non votare, non inteso come protesta isolata e sterile, ma con l’intento di spronare chi, in questo momento, rivendica il dibattito pubblico e la sana passione alla competizione.

Senza confronto non hanno già vinto loro, abbiamo perso tutti.     

Catanzaro, 29/08/2020

Paolo Rosi

Presidente A.S.D. Pink Basket Catanzaro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons