COACH MODAFFARI:JUMPING? UNA STAGIONE ESALTANTE

Da Piazza Sant’Agostino al Vinci, dal Vitroli al Pianeta Viola. Massimo Modaffari ha voglia di far bene ripartendo sempre dai “fondamentali”.Il vincolo sportivo? “Una violenza contro il minore”

Stiamo pubblicando tantissime foto delle giovanili della grande Viola. Te le ricordi tutte? Quale gruppo ti è rimasto più nel cuore?

Ho allenato per circa venti anni con la media di 2- 3 gruppi di ragazzi l’anno,li ricordo tutti ma, sinceramente, mi sono rimasti tutti nel cuore allo stesso modo.

 

Come nasce la tua attività di allenatore, Come sei arrivato nella grande Viola? Tutto merito di Piazza Sant’Agostino?

Diciamo che a Sant’Agostino si giocava a calcio, noi appassionati di basket andavamo al De Amicis , spesso dovevamo scavalcare il muro dato che era chiuso( il logo della scuola basket Viola rappresentava tre bambini che scavalcavano il muro); posso dire che eravamo parecchi a frequentare il De Amicis, (ma venivamo da Sant’Agostino) e buon parte siamo diventati istruttori( credo sia il termine piu’ adeguato al ns. lavoro),in seguito formati ed aggiornati continuamente  dalla scuola basket Viola.

 

Stagione esaltante per la Jumping. Che annata hai vissuto e cosa ti aspetti da questo interessantissimo gruppo che si è distinto nel campionato Under 15 d’Eccellenza?

Un anno durante il quale abbiamo fatto un salto di qualita’ partecipando all’eccellenza ( con risultati incoraggianti ) i ragazzi sono stati sempre presenti e predisposti al lavoro , sono sicuro che la stessa passione e impegno li mettano nello studio.

.la Jumping ci ha adeguatamente supportato ed affiancato egregiamente in questa avventura che speriamo di ripetere anche il prossimo anno.

 

Primo anno senza il basket nazionale, dopo tanti anni. Un normale ciclo che si chiude o c’è un’altra motivazione?

Domanda dalla difficile risposta, credo da quando sia scomparsa la Viola ( nel 2006 gestione Ing. Silipo) non si sia riuscito piu’ a fare basket in modo ottimale.

 

Zero tasse per il Minibasket. Stai pensando di far ritornare a volare l’Aquilone?

Sarebbe una cosa stupenda per me solo che , nonostante tutto il mio attaccamento alla mia societa’ ho dovuto pensare di  chiudere momentaneamente in quanto, a mio avviso, senza una struttura a disposizione, non è possibile portare avanti un attivita’ onorando tutti gli impegni.

 

Fondamentali, fondamentali ed ancora fondamentali. Noti cambiamenti, in meglio o in peggio nel modo di insegnare basket e minibasket?

Ci sono tanti istruttori giovani molto appassionati , i fondamentali sono la base( lo dice il termine stesso) e noi allenatori dobbiamo studiarli nei minimi particolari per far in modo che li apprendano nella maniera corretta.

 

 In questi giorni ed in queste ore si sta parlando tantissimo del vincolo sportivo. I parametri hanno indebolito il movimento, senza ombra di dubbio. Che idea ti sei fatto dei possibili scenari di cambiamento?

Sinceramente non ho una idea chiara su come si possa uscire da questa situazione, il vincolo sportivo, lo dico da molti anni, è una violenza che si fa nei confronti di un minore , il legislatore dovrebbe intervenire al piu’ presto per sanare questa situazione , per il resto  aspetti su cui prestare attenzione sono:  la disposizione degli impianti sportivi con costi accessibili, le tasse federali ridotte, soprattutto per il settore giovanile,la formazione di allenatori, dirigenti ed arbitri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons