COACH PULLANO:”NE HO SENTITE TANTE MA NESSUNO SI E’ IMMEDESIMATO NELLE SOCIETA'”

Riceviamo e pubblichiamo le opinioni dell’ex tecnico di Planet,Crotone,Soverato e Lamezia. L’allenatore catanzarese ha sviluppato un’analisi sul momento e sul movimento.

Il Basket che verrà…

In questi giorni di quarantena e di blocco totale delle attività sportive un po’ tutti ci siamo chiesti da dove iniziare quando sarà finità questa emergenza ….. a dire il vero è anche una mia domanda e sopratutto conoscendo la realtà regionale della Calabria se guardiamo i numeri economici prima (le società sono Associazioni dilettantistiche ma molte con bilanci da media azienda mediamente una Associzione che fa 2 campionati giovanili Regionali + mini basket + 1 campionato serior regionale movimentà circa 50.000 euro tra entrate ed uscite) e poi i numeri sportivi non ci sta da stare allegri.

Questo vale per tutto lo sport diletantistico ma sopratutto per lo sport per il quale ho l’amore più grande, il basket, il terzo sport a livello Nazionale per praticanti. Ne ho sentite e lette tante di soluzioni fatte dai vertici ma nessuno si è immedesimato nelle ASD che sopravvivono e fanno un opera sociale e culturale verso losport.

Si pensa scioccamente a risolvere il problema nello stesso modo per tutti dimenticando il tessuto sociale ed economico di ogni singola regione.
Allora che fare …?
FORSE MA NON TANTO FORSE E’ QUELLO DI FARE SQUADRA!!

Tante volte frase sentita, detta, ridetta e ritrita nel mondo sportivo agonistico ma purtroppo questa è una partita che si vince cosi.

Bisogna metere da parte ogni orticello malgrado questo sia più bello del vicino e vedere le cose d’insieme, ricostruire e ripartire da copperative sportive dove per prima cosa unendo quei pochi sponsor rimasti e quei pochi danari cosi da gestire gli impianti per far costare di meno le Associzioni condividere Atleti/Tecnici/Sponsor per una ripartenza forte suddividendo in 5 macro aree la regione ed anche la politica cestistica Regionale avrebbe il suo compito quello da ripartire da figure che hanno fatto la storia diquesto sport e fortunatamente le personalità non mancano.

Bisogna mettere da parte il modo di operae sui mercati stranieri o meglio capire che nont utti gli starnieri sono meglio dei nostri ragazzi (ho visto troppi ragazzi usati ed abusati a livello sportivo buoni fino a quando dovevano essere numeri esaltati, illusi e poi abbandonati..!!

Bisogna che la politica abbia il coraggio di rinunciare ai parametri anche perchè se per ogni squadra senior inserire almeno 2-3 senior che possona far crescere i nostri ragazzi più giovani è una risorsa importante.

Non so se questo sia effettivamente realizzabile oppure è solo una mio sogno dettato dall’amore per questo sport ma … la politica Regionale Sportiva e di contro tutte le società hanno l’obbligo di provarci perchè questo è l’unico modo per rinascere.

#OP il sognatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons