CONTINUA L’EMERGENZA COVID:PALAZZETTI CHIUSI AL PUBBLICO

In che epoca siamo? Pre-post o durante il Covid. Probabilmente, in attesa di un vaccino risolutivo in chiave mondiale, scendere in campo non è un qualcosa esente da rischi e, francamente, quanti genitori sono veramente disposti nel vedere assembramenti in post basso o in una marcatura a uomo a tutto campo.

Il basket è uno sport di contatto è come tale, mai potrà essere uno sport “distanziato”.
Il nuovo Dpcm, firmato dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte, proroga di altri 30 giorni, e dunque fino al 7 ottobre, le norme anti-Covid. Un documento di 5 pagine con un allegato di 55 pagine la cui data di “scadenza”, viene spiegato, è stata così fissata perché non è possibile un prolungamento di oltre un mese.

E il Dpcm firmato oggi proroga tutte queste misure che erano già in vigore: sono e restano chiusi quindi sia le discoteche che gli stadi ed ovviamente i Palazzetti”. 

Restano inoltre in vigore le norme sulla mascherine, obbligatorie nei luoghi chiusi e all’aperto dove non si può mantenere il distanziamento, sul divieto di assembramento e il limite di capienza all’80 per cento per i trasporti pubblici. Inoltre è allo studio un piano per ridurre l’uso del contante, possibile veicolo di contagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons