Eurosport, domani Players Zoom dedicato alla Generacion Dorada

Appuntamento domenica 21 giugno alle 12:00 su Eurosport 2 ed Eurosport Player con Hugo Sconochini e Carlos Delfino

Players Zoom è il programma di basket che dedica la prossima puntata, alle 21 domenica 21 giugno  alle 12:00 in simulcast su Eurosport 2 ed Eurosport Player, all’Argentina della Generacion Dorada medaglia d’oro di Atene 2004.

Ospiti della decima puntata di Player Zoom Hugo Sconochini e Carlos Delfino in collegamento con Giulia Cicchinè. Inoltre, la Generacion Dorada passerà attraverso i numeri e le statistiche di Daniele Cuzzolin e i ricordi di Andrea Meneghin tra quei formidabili giocatori argentini del campionato italiano. A seguire, Eurosport riproporrà una delle storiche partite del basket olimpico: la semifinale dei Giochi di Atene 2004 fra l’Argentina trascinata da Scola e Ginobili e gli il dream team USA.

Cosa accadde

Il 15 Agosto 2004, un quartetto di “Violini”, formato da Ginobili, Montecchia, Delfino e Sconochini, firmò un’impresa contro la Serbia nella prima gara delle Olimpiadi di Atene. 

Cosa può essere realizzato in 3 secondi ed 8 millesimi? Uno starnuto, una firma, un bacio, alcuni battiti di ciglia, generosi applausi … cos’altro? Non molto, alcuni direbbero.

Beh, anche un canestro pazzesco in una partita di pallacanestro che è entrata nella storia.

Manu Ginobili ha compiuto tutto questo il 15 Agosto 2004, su assist del Puma Montecchia, con un’apoteótica “palomita” contro la Serbia, che ha dato la prima vittoria all’Argentina alle Olimpiadi di Atene 2004.
La parola “apoteosi”, dicono, può essere interpretata in due modi:

1 • Momento culminante e trionfante di una cosa; in particolare, la parte finale, brillante e molto impressionante, di uno spettacolo o di un altro atto.  

2 • Glorificazione o lode di una persona da parte di una comunità.

E con la realizzazione sulla sirena, quando l’orologio dell’ultimo quarto della partita ha segnato 0.0 e 5, con un canestro segnato dopo un movimento memorabile, il Bahiense ha unito i due significati, perché da allora, da quel momento trionfale, è stato glorificato dagli argentini (e da gran parte del mondo).

Pochi ricordano che prima di quel magnifico paniere, Ginobili stesso aveva perso una palla chiave quando la partita era 76-78 in favore della Serbia.

Tuttavia, Manu si era riservato la possibilità di realizzare quel canestro pazzesco nel momento cruciale: l’ultimo possesso, il suo canestro impossibile (su assist di Ale Montecchia) che ha dato il via alla corsa indimenticabile dell’allora allenatore della squadra nazionale, Ruben Magnano, fino alla medaglia d’oro con cui questa squadra è entrata nella storia degli sport nazionali ed è iniziato un autentico culto per quella che è stata definita la “Generacion Dorada” .

Ricordiamo il tabellino di quel 15 Agosto 2004, ecco i giocatori che hanno partecipato a quella partita corrispondente alla prima gara del Gruppo A di basket maschile alle Olimpiadi di Atene 2004:

Argentina: Montecchia (2), Ginobili (27), Nocioni (12), Oberto (8), Wolkowisky (5) scaglionamento cinque, Sanchez (3), Fernandez (3), Sconochini (5), Scola (10) e Delfino (8).

Serbia e Montenegro: Vujanic (15), Radmanovic (21), Bodiroga (16), Krstic (-), Tomasevic (6) scaglionamento cinque, Rakocevic (19), Drobnjak (5), Avdalovic (-) e Scepanovic (-).

Parziale: 27-15, 22-24, 12-20, 22-23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons