IL DOTTORE FOTI: “IL COMITATO VIOLA ESISTE ANCORA. E’ AMORE E PASSIONE!”

Uno dei fondatori del Comitato ha parlato ai microfoni di Antenna Febea all’interno del Programma Break in Sport con Federico Minniti.

“Il Comitato Mito Viola è nato in seguito all’iniziativa dei tifosi ed alla Raccolta fondi.

Siamo arrivati poco dopo per salvare il salvabile per poter supportare la gestione amministrativa della società.

Alessandro Menniti è stato contattato dal Comitato Mito Viola: sul sondaggio, il nostro Presidente ha evidenziato una non partecipazione al Closing perché evidenzia un qualcosa di diverso dalla nostra nascita.

Comitato Mito Viola continuerà a raccogliere le liberalità che potranno essere utili al prossimo proprietari.

Il Dottore Lamberti ha evidenziato disinteresse per il Closing. Io e l’avvocato Lo Presti valuteremo eventuali coinvolgimenti”.

Esiste il contratto di sponsorizzazione tra Comitato e Mito Viola?

“Il punto è un altro. Mentre prima si parlava esclusivamente di un impegno di tipo economico, successivamente alcune perplessità sacrosante della Mood e del Consorzio Marin ha portato a ragionamenti diversi come proprietari e come detentori della maggioranza della Viola.

Questo contratto è stato superato da un altra tipologia d’impegno.

Grande tranquillità da questo punto di vista: solo ieri si è sbloccata la situazione alla Camera di Commercio. Confermo ciò che ha detto Coppolino: la nuova sede della Viola è a Reggio. Nuova misura, liquidazione e conferma di Attilio Fusco in visura”.

Capitolo Bilanci: cosa ne pensa?

“Se io devo redigere un business plan ed ho un bilancio posso fare determinati ragionamenti, con un altro bilancio altri ragionamenti.

Se ci sono questi crediti e sono scritti a bilancio dovrebbe esserci una contrattualistica d’appoggio che dovrebbe confermare che alcuni sponsor non hanno rispettato gli accordi.

Sono dati che vanno attenzionati.

Non c’è stato nessun problema sulla trattativa.E’ ovvio che chi acquista vuole vedere bene le carte.

Il bilancio è sotto la lente da più di quindici giorni.

Concludo dicendo che Menniti vuole chiarezza su tutti i numeri al 1000%.

Non è un ritardo ma una normale trattativa.

Su trattative frettolose abbiamo già preso una buccia di banana così come avvenuto con Coppolino – evidenzia Federico Menniti.

Qualcuno dice: perché oggi Mood, il Trust, il Comitato si incaponisce nel volere salvare la Viola che ha una mole debitoria enorme quando in realtà, sfruttando la funzione del mito Viola si potrebbe sfruttare la sponsorizzazione per poi acquistare un titolo sportivo e ripartire da zero senza debiti?

Il bilancio è assolutamente possibile.

Un attore può continuare sotto vari aspetti.

So che Mood ha un progetto di rientro importante per uscire dalla liquidazione.

Io spero che domani, Mood o una società collegata al Consorzio Marin prende il 100% delle quote.

La cosa più bella è che la Mood aprirà in una seconda fase un totale “open” per il territorio.

Il Trust dei tifosi farà una Conferenza Stampa nella prossima settimana per presentarvi il “Closing due”.

Spero di potervi partecipare in un contenitore, per esempio una fondazione.Vorremmo creare un segmento della nuova Viola per sostenere il basket popolare coinvolgendo anche il sociale.

Vogliamo restituire genuinità inserendo eticità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons