IL ROMBO DI ROSSANO:PARLA COACH SACCONE

Rossano è stata protagonista di un importante Centro Tecnico Federale e del Raduno del Progetto Giovani. Abbiamo parlato con il deus ex machina della Murialdina, Coach Peppe Saccone reduce, tra le altre cose, dall’esperienza al Trofeo delle Regioni nel ruolo di Preparatore fisico della selezione in rosa.

Un’esperienza magnifica. Ci puoi raccontare il tuo Trofeo delle Regioni?

Esperienza molto positiva sotto ogni punto di vista, emozionante e che mi ha arricchito molto professionalmente.

Devo ringraziare il nostro comitato Fip Calabria che mi ha dato questa opportunità, il nostro staff e le ragazze scese in campo, insieme credo siamo riusciti ad ottenere comunque degli ottimi risultati!

 

Ci hanno raccontato di grandi progressi per le ragazze in scena. Probabilmente serve solo farle giocare in contesti più competitivi cosa ne pensi?

I risultati a mio modo di vedere sono stati positivi e  quello che dici tu è ciò che servirebbe, allo stesso tempo però credo che sia a livello Femminile che maschile avremmo bisogno di più materiale sul quale lavorare. Faccio un esempio pratico: quando facevo il campionato “Cadetti”, l’attuale under 18 per intenderci, nella provincia di Cosenza c’erano circa 14 squadre…. Oggi si è costretti a fare un torneo regionale… a livello Femminile non ne parliamo.. solo lavorando su grandi numeri si può ulteriormente alzare la qualità del movimento.

 

Che aria si respira in quel di Rossano?

Di grande entusiasmo, abbiamo costruito un bel mix di under e giocatori di esperienza, dopo tanto tempo abbiamo riportato il pubblico Rossanese ad appassionarsi al basket come ai tempi della C2.

Campionato di Promozione, chi vince?

Senza fare inutili giri di parole credo che sia un discorso a due tra noi e Mater Domini Catanzaro, la scontro diretto risulterà certamente decisivo ma nel frattempo abbiamo due partite che considero molto insidiose con Omega e Belvedere che per fortuna affronteremo a casa nostra.

Fabio Lorenzi, nuovo delegato della Fip provinciale ha lanciato un messaggio d’unione. Cosa pensi dell’ambito provinciale cosentino e cosa si piò fare per crescere insieme?

La reputo una scelta giusta, Fabio è nato in questo ambiente, ha giocato ad alti livelli e conosce meglio di chiunque altro le problematiche del movimento sul nostro territorio. Siamo ben contenti di poter lavorare insieme .

Show Buttons
Hide Buttons