IL VOLO PIU’ FAMOSO DELLA C CALABRIA:PARLIAMO CON ANTONIO INFELISE

Mentre la C Silver rischia seriamente di scomparire, parliamo con uno dei protagonisti assoluti degli ultimi quindici anni di pallacanestro. 

Partiamo da un frame.

La schiacciata al PalaScoppa di Soverato.

Un momento memorabile, tutto giusto?

 

Un momento davvero memorabile per me e per tutta la gente di Soverato che ha adottato quel momento come la giocata simbolo di quella splendida stagione che abbiamo concluso con la vittoria del campionato.

Ricordo quel momento molto bene come fosse ieri, ho provato delle sensazioni bellissime che mai potrò dimenticare e mi fa tanto piacere vedere che tanta gente ancora a distanza di anni si ricorda di quel momento.

 

Come nasce Antonio Infelise nel mondo della pallacanestro?

 

Nel mondo del basket arrivo quasi per caso grazie a un gruppo di persone che decidono di aprire un corso di mimi basket a Taverna un paese attacco al mio (Sorbo San Basile) e io con tanti miei coetanei siamo andati a provare e da lì è partito tutto poi, mi sono innamorato di questo sport e di sacrificarmi in allenamento per raggiungere i miei obbiettivi. Devo dire una delle scelte migliori fatte in vita mia.

 

Basket, parametri, svincoli e condizioni economiche post Covid 19.Cosa cambieresti nel basket di Calabria ed in generale in quello tricolore?

 

Abolirei sicuramente questa regola dei parametri che ha messo ancor di più in crisi questo sport. O cambierei la regola,ad esempio si potrebbe fare che se cambi squadra si versa il parametro all’ultima società in cui hai giocato, non che va in federazione o una squadra che ti ha tesserato 10 anni prima…penso così i soldi dei parametri girerebbero di più tra le società ed erano anche più invogliate a spendere.

 

Hai vissuto una lunga ed appassionate avventura cestistica passata dalla B e da campionati d’altissimo livello in C nazionale e C Regionale.

Le annate più belle?

 

Le annate più belle sicuramente ricordo con piacere gli anni a Catanzaro dove sono cresciuto cestisticamente e dove sono stato parte di gruppi fantastici e di una promozione in serie B ma anche di tante soddisfazioni avute in maglia Virtus cz e con le selezioni giovanili. Sicuramente anche gli anni a Soverato,il primo in particolare dove si creata un atmosfera bellissima tra la squadra è la città,c ulminata con la vittoria del campionato. Vado molto orgoglioso dei miei anni a Soverato perché penso che è una piazza che vive di sport ed è un pubblico che merita un livello alto di competizione. Vado fiero comunque di essere riuscito a vincere campionati a Catanzaro, Soverato e anche a Crotone. 

 

 

Hai vissuto negli Stati Uniti. A tuo avviso, quali sono le differenze culturali e d’educazione legati alla pallacanestro?

 

Le differenze con gli U. S. A. Sono tante sia a livello di regole di gioco ma soprattutto a livello gestionale. Lì il basket fa parte dell educazione, i ragazzi le squadre sono tutti gestiti dalle scuole e dalle università,così come i campionati. Per me è stato un sogno che si è avverato poter vivere quell esperienza a Chicago e poter competere con atleti d’oltreoceano,il top per basket si sà!

Lì si vive di basket,gioca un sacco di gente e ci sono canestri e campetti ovunque totalmente un altro mondo.

 

Quali sono stati gli allenatori più importanti della tua avventura cestistica?

 

Ho avuto tanti allenatori e ricordo tutti con piacere perché ognuno di loro mi ha trasmesso qualcosa o sn stato bravo io a rubarla dal loro bagaglio tecnico. Se devo fare dei nomi dico Gianni Tripodi e Giovanni Benedetto,penso che a livello di comprensione del gioco siamo quelli che mi hanno dato più.

 

Basket & Musica Hiphop. Un connubio imprescindibile. Quali sono i brani che consiglieresti ai nostri lettori appassionati di questo meraviglioso duo?

 

Amo la cultura hiphop da quando sono un moccioso quindi mi va di cosigliare 5 album che ho consumato da quando sono usciti e ancora consumo perché sono immortali per me è sono :

1-All eyez on me 2pac

2-doggystyle Snoop Dogg

3-Ready ti die Notorius B. I. G.

4-the score Fugees

5-2001 chronic 2 Dr. Dre

Ne avrei tanti altri ma questi sn 5 della mia top 20 diciamo

 

 

Il quintetto del cuore? Chi manderesti in campo tra i tuoi compagni di squadra di sempre?

.

Ho avuto la fortuna di giocare con un sacco di atleti fortissimi,giocatori persone e amici straordinari e nel mio quintetto del cuore metto 1-Roby Logiacco 2-Andrea Cattani 3-Roberto Gentile 4-Martin Aguirrezabala 5-Billy Fall. Io sesto uomo dai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons