LA BELLA STORIA DI NATHAN RAMSDALE – OWEN

In tanti lo ricorderanno come duttile giocatore della Bim Bum Basket Rende di Coach Arigliano. Oggi, la sua esperienza nella lotta alla Pandemia fa notizia.

Nathan Ramsdale-Owen, giocatore di Worcester Wolves e studente dell’Università di Worcester School and Exercise Science, ha assunto un nuovo ruolo durante la Pandemia di Covid-19 per aiutare gli altri: un assistente sanitario presso il SSN.

Leggi la sua intervista da

https://worcesterwolves.org/…/worcester-wolves-player-beco…/

Gli abbiamo posto alcune domande sul suo nuovo ruolo per vedere come sta andando.

 

Come sei entrato nel tuo ruolo di Assistente sanitario?

 

Sono entrato nel ruolo a causa di mia madre, lavora nel SSN e quando ha iniziato COVID-19, c’erano molti lavori e ha detto perché non fare domanda per provare a guadagnare dei soldi e provare a fare la differenza per alcune persone.

 

Lavorare con ex-criminali che hanno fatto del male a se stessi deve essere molto stimolante ma anche gratificante, come è stata la tua esperienza finora?

Sì, lavorare con ex-criminali e persone mentalmente instabili è molto difficile e si sono verificati alcuni incidenti quando ho lavorato e a volte mi fa paura e intimidire. Una cosa principale con cui i pazienti hanno problemi è la fiducia. Nel mio tempo in cui sono stato lì sono stato in grado di connettermi con la maggior parte dei pazienti a un livello che altri membri dello staff non hanno, e quando iniziano a parlare delle loro vite e confidando in me come si sentono, rende il lavoro così molto più facile.

 

Da lì sappiamo su cosa l’individuo ha bisogno di lavorare per aiutare la propria salute mentale, specialmente con la pandemia in corso. Riesci a vederti lavorare in futuro nel settore sanitario?

 

Non credo che lavorerò lì a tempo pieno dopo l’università o qualcosa del genere, ma sicuramente voglio riprendere un turno o due più tardi lungo la linea in modo da poter rimanere nel sistema sanitario nazionale e continuare ad aiutare le persone con salute mentale È stato un anno non-stop per te dentro e fuori dal campo. Raccontaci qualcosa in più sulla tua laurea con la School of Sport and Exercise Science presso l’Università di Worcester? È stato un anno difficile ma è stato un anno così buono nel quadro generale. Il mio primo anno è andato molto meglio di quanto mi aspettassi e mi è piaciuto così tanto. Sono molto entusiasta di vedere come va il mio secondo anno e dove avere questo diploma mi porterà dopo l’università. Quali sono i tuoi piani per la prossima stagione? I miei piani per la prossima stagione sono di continuare a giocare a BUCS 1st e spero di essere ancora in grado di parte della squadra Wolves, che è un grande obiettivo per me ora, soprattutto vedendo come i fan ei compagni di squadra si sono uniti e l’esperienza è stata la migliore!Un grande ben fatto a Nathan per essersi fatto avanti e fare la differenza in questi tempi difficili, rendendo orgogliosi la sua famiglia, i suoi amici, il club e l’università.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons