breaking news

LA LUISS SBAGLIA POCHISSIMO:LA PLANET SI FERMA A ROMA

10 marzo 2018 | di admin
LA LUISS SBAGLIA POCHISSIMO:LA PLANET SI FERMA A ROMA
Serie B
0

Scuderi e soci non fanno sconti in terra capitolina e firmano un bel poker di vittorie.Il sabato della Serie B sorride agli universitari.

Non era assolutamente facile.

La voglia non è mancata ai giallo-rossi che s’inchinano al fattore campo ed alle triple (tante e ben eseguite) della compagine universitaria.

I quintetti – La Luiss scende in campo con il centro Beretta, fresco di convocazione all’interno del Progetto Lunghi della Federazione(accanto al lui il violino Benvenuti) accanto a Di Fonzo,Marcon,Martone e l’ex Scuderi, giocatore nato e cresciuto in giallo-rossi

Biordi da centro, la rivelazione dell’ultima gara giocata Daniele Dell’Uomo accanto a Di Dio, Morici ed il Capitano Calabretta completano lo starting five dei calabresi.

.

La Luiss parte alla grandissima con il gioco da quattro punti (tripla più fallo) per l’unico ed importantissimo ex di turno, Andrea Scuderi.

Catanzaro reagisce e con difesa e contropiede raddrizza la situazione volando in vantaggio.

Ygor Biordi riscalda la mano da tre per il massimo vantaggio Planet ma ancora Scuderi non molla sempre dalla lunga.

Il pari dei locali passa ancora dalle mani di Scuderi che penetra scarica e serve il neo entrato Veccia che realizza.

Il sardo, cresciuto nella Pallacanestro Reggiana con Coach Menozzi e tanti reggini (da Coach Di Manno ex Viola,passando per i fratelli Laganà e Viglianisi) fa il bis un attimo dopo per il vantaggio Luiss.

Catanzaro non demorde, rimane aggrappata alla sfida è firma il canestro del sorpasso sulla giocata finale di primo periodo ancora con un grande Biordi.

 

Nel secondo periodo, l’equilibrio continua. La Luiss si riporta avanti. Battaglia realizza una super tripla e rimanda in auge gli ospiti.

Il nuovo pari passa ancora dalle mani di Scuderi e per vivere il nuovo vantaggio bisogna attendere i primi punti della sua nuova esperienza calabrese di Devil Medizza.

Pasquale Battaglia, uomo del secondo periodo entra in striscia diventando devastante dalla lunga :il 33 a 39 è opera sua.

I locali si rivedono grazie alle palle recuperate che creano un break devastante con due schiacciate da urlo di Marcon ed una di Beretta.(45 39)

In argomento schiacciate risponde Biordi per i giallorossi però la Luiss termina alla grande il secondo quarto con la tripla del 47 a 42.

 

Le palle perse in fase di costruzione diventano una costante negativa per Catanzaro anche nel terzo quarto con Marcon ancora protagonista.

Il più sette passa dalle mani di Di Fonzo.

La strada per i capitolini diventa tutta in discesa grazie alle segnature dalla lunga di Veccia ( più dodici ).

Un gioco da tre punti di Battaglia tiene in vita la Planet ( meno 6) ma ancora Christian Di Fonzo dalla lunga per due volte rimanda avanti gli universitari con un nuovo massimo vantaggio.

Catanzaro lotta(fino al quarantesimo terminando sul meno quattro) ma non basta anche perché al minimo tentativo di rimonta la Luiss ribatte e punisce da grande squadra.

L’Mvp è un tonico Marcon in doppia con Scuderi, Di Fonzo,Veccia e Beretta per i capitolini.

Alla Planet non bastano i 25 punti di Pasquale Battaglia.

 

Luiss Roma-Mastria Vending Catanzaro 87-80

(22-23,25-19,21-14,22-30)

Luiss: Scuderi 13,Beretta 12, Marcon 18, Veccia 18, Bonaccorso 5, Martone 2,Faragalli, Di Fonzo 11, Cefarelli 8,De Dominicis 3,Miriello,Gebbia.All Andrea Paccariè

Catanzaro:Medizza 6, Dell’Uomo 11, Calabrett 4,Morici 16,Battaglia 25,Procopio, Miljianic,Pichi, Biordi 17,Di Dio 7.All Fabrizio Tunno.

Comments are closed.

Show Buttons
Hide Buttons