LA VIOLA E’ PIU’ FORTE DI TUTTO: BATTUTA ANCHE BIELLA

di Nino Romeo – La Viola si conferma ammazzagrandi e supera anche Biella davanti a 4000 spettatori. Quarta vittoria consecutiva per il team di coach Calvani.

 

REGGIO CALABRIA – La Viola lascia da parte per una sera le preoccupazioni per l’esito dell’inchiesta “fidejussione” e, sul parquet, si conferma ammazzagrandi superando, tra le mura amiche del PalaCalafiore, anche l’Eurotrend Biella.

Davanti a 4.000 spettatori entusiasti i neroarancio hanno dato vita all’ennesima gara straordinaria, limitando il più possibile Ferguson e Bowers e regalando una pallacanestro brillante sui due lati del campo per quasi 40 minuti.

E’ la quarta vittoria consecutiva per gli uomini di coach Calvani, che volano al sesto posto mentre, in un’immaginaria classifica del solo girone di ritorno, continuano ad occupare saldamente il primo posto (insieme a Scafati) con 7 vittorie e 2 sconfitte.

Primo quarto meraviglioso dei neroarancio che aggrediscono subito la gara difendendo con grande intensità ed, in attacco, con Baldassarre, Roberts e Fabi piazzano un break di 11-0 a metà della prima frazione, volando sul +12 dopo soli 8 minuti (24-12) e chiudendo poi avanti di 14 (30-16 al 10’).

Nella seconda frazione i piemontesi reagiscono e piazzano subito un controbreak di 0-7 con cui accorciano il gap (34-25 al 13’). Non hanno, però, fatto i conti con un Roberts stellare (19 punti nel solo primo tempo con 5/6 da tre) che, insieme ad un altrettanto ispirato Fabi, tiene davanti i reggini; il primo tempo si chiude sul 50-42. I neroarancio tornano negli spogliatoi dopo aver tirato con un 66% dal campo ed un superlativo 57% da tre punti nel primo tempo (8/14) grazie ad un Roberts stellare.

Nel terzo quarto sale in cattedra anche AJ Pacher che lancia i neroarancio sul +12 (68-56 al 30’), Biella trova in Tessitori un baluardo indomabile ma negli ultimi minuti dell’ultima frazione anche lui è costretto a lasciar spazio alla grinta di Caroti e compagni di chiudere la gara regalando un’altra vittoria ed un’enorme gioia a tutti i tifosi.

Una vittoria ancor più bella perché veniva da due settimane di sosta in cui le vicende extra cestistiche hanno avuto più spazio rispetto al lavoro straordinario che Calvani ed il suo staff stavano silenziosamente e minuziosamente portando avanti.

Il risultato dell’ottimo lavoro di preparazione alla gara si è visto sul parquet e si spera che nei prossimi giorni possa arrivare un esito altrettanto positivo dalla Procura Federale per tornare a parlare esclusivamente di pallacanestro giocata.

CRONACA – Il primo canestro è di Patrick Baldassarre che si muove bene in post basso, Biella risponde con la tripla di Amedeo Tessitori. E’ ancora Baldassarre a riportare davanti i reggini coadiuvato dal prezioso apporto di capitan Fabi ed è 6-3 al 2’. AJ Pacher dalla lunetta porta i neroarancio sul +4, Jazzmar Ferguson scalda i motori e spara dai 6.75 ma gli risponde subito Chris Roberts. Nell’azione successiva Ferguson trova bene Chiarastella che realizza da sotto (10-8 al 4’) poi è un superbo Bowers a riportare tutto in parità (10-10). La Viola non si scompone e Baldassarre regala un assist per Roberts che schiaccia il 12-10 al 5’. 1 su 2 di Pacher dalla lunetta, la Viola alza la pressione a tutto campo e recupera un pallone prezioso trasformato in due punti da AJ Pacher (15-10 al 6’). Uglietti realizza un canestro di forza ma dall’altra parte c’è un Roberts caldissimo che spara dai 6.75 il 18-12; la Viola aggredisce la gara ed è capitan Fabi a sparare due triple in fila per il 24-12 all’8’. I neroarancio regalano un’altra azione difensiva da manuale e recuperano un altro pallone. Fabi regala un assist per Benvenuti che lancia i reggini sul +14 al 8’ (26-12). Wheatle spezza il break di 11-0 dei reggini ma la Viola non si ferma e con due liberi di Rossato e Pacher vola sul +16 (30-14 al 9’). Ferguson non ci sta e mette dentro due punti ma il primo quarto si chiude sul 30-16.

Lorenzo Benvenuti apre la seconda frazione, gli risponde Uglietti poi è Roberts a realizzare prima di un controbreak dei piemontesi avviato da un fallo antisportivo sanzionato a Benvenuti: Wheatle, Sgobba e Tessitori firmano un parziale di 0-7 e riportano Biella sul -9 (34-25 al 13’). Timeout per coach Calvani. Baldassarre serve magnificamente Rossato che realizza in penetrazione ed è 36-25 al 14’. Sgobba si muove bene sottocanestro e realizza il nuovo -9 ospite ma Roberts non sbaglia nulla ed è 39-27 al 25’. Biella non si scompone, Tessitori fissa il -10 poi è ancora Bowers, senza ritmo, a costruire e realizzare la tripla del -7; Wheatle, dalla lunetta, chiude l’ulteriore break di 0-6 che riporta i piemontesi sul -6 (39-33 al 16’). In casa neroarancio è la serata di Chris Roberts che spara la tripla del 42-33; Uglietti, dalla lunetta, riporta l’Eurotrend sul -7 poi è ancora Wheatle a realizzare in transizione il -5 (42-37). Roberts non ci sta, 1 su 2 dalla lunetta, rimbalzo sul suo tiro e tripla pazzesca dall’angolo per il 45-37 al 18’. Wheatle risponde subito ma capitan Fabi è ancora più veloce a realizzare la tripla del +9. Brutto episodio ad 1 minuto e mezzo dal termine, Caroti subisce un colpo sul volto non sanzionato dal trio arbitrale. Biella difende forte, recupera palla e lancia Uglietti in contropiede che realizza (48-41); Si alternano in lunetta Caroti, Uglietti e Fabi (su fallo tecnico fischiato a Carrea) ed il primo tempo si chiude sul 50-42.

Si rientra dagli spogliatoi con un fallo tecnico a Ferguson ma anche con uno 0-5 firmato da Tessitori per il 50-47 al 22’. La Viola si scuote e piazza il controbreak di 9-0 avviato, neanche a dirlo, da uno stratosferico Roberts che va dentro, subisce fallo e realizza anche il libero aggiuntivo (53-47 al 24’); difendono forte i neroarancio ed allungano poi con la tripla di Baldassarre e tre liberi di Pacher (59-47 al 26’). E’ Ferguson a spezzare il break reggino ed al 27’ è 59-49. Altri due liberi di AJ Pacher ed è 61-49, i neroarancio difendono forte e Biella non trova spazi, sparando più volte a salve dai 6.75. Chi non spara a salve è Baldassarre che lancia i reggini sul +15 dai 6.75. Sgobba di forza segna da sotto e riporta l’Eurotrend sul -11 (64-51 al 29’) poi è ancora AJ Pacher a segnare a ripetizione mentre dall’altra parte è elegantissimo Bowers che realizza in sottomano. Pacher non si ferma più ma, ancora Sgobba, spara la tripla del -12 con cui si chiude la terza frazione (68-56).

Un tap-in di Allen Agbogan apre l’ultimo quarto (70-56 al 31’); Tessitori prova a scuotere i suoi ma gli risponde subito un Baldassarre determinatissimo (72-58). Bowers è ancora efficiente, in un amen segna, recupera un pallone in difesa e lancia in transizione Ferguson per la tripla del -9 (72-63 al 33’). Coach Calvani ferma tutto con un timeout. Una tripla di Pacher che va dentro con l’aiuto del tabellone, allo scadere dei 24”, fa esplodere il PalaCalafiore: 74-63 al 35’. Tessitori fa 1/4 ai liberi ed i neroarancio provano ad affilare ancor di più il coltello in difesa e va a segno con la classe assoluta di Agustin Fabi (76-64). Bowers non ci sta e realizza il -10 (76-66 al 36’) poi è la tripla di Tessitori a riaprire la gara (76-69 al 37’). Biella difende fortissimo e prova il tutto per tutto: ci pensa Lorenzo Caroti a togliere le castagne dal fuoco con una tripla dall’angolo (79-69) ma Tessitori non vuole mollare e realizza il -8 (79-71 al 38’). Doppio antisportivo a Pacher e Ferguson, che viene espulso per somma di tecnico ed antisportivo. Calvani regala una standing ovation meritatissima a Chris Roberts poi i canestri di Baldassarre ed Uglietti chiudono la gara sull’83-73 che fa impazzire di gioia il PalaCalafiore.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

 

SERIE A2 OVEST OLD WILD WEST – 9a GIORNATA GIRONE DI RITORNO

MET.EXTRA VIOLA REGGIO CALABRIA – EUROTREND BIELLA 83-73

VIOLA: Pacher 18, Taflaj, Caroti 3, Fabi 14, Baldassarre 16, Rossato 4, Carnovali, Agbogan 2, Benvenuti 4, Roberts 22. Coach: Calvani

BIELLA: Ferguson 12, Chiarastella 2, Bowers 9, Uglietti 11, Ambrosetti, Pollone, Wheatle 9, Rattalino, Tessitori 20, Sgobba 10. Coach: Carrea

ARBITRI: Nicola Beneduce di Caserta (CE) – Luca Bonfante di Lonigo (VI) – Andrea Agostino Chersicla di Oggiono (LC)

PARZIALI: 30-16; 50-42; 68-56;

 

Show Buttons
Hide Buttons