Lettera dei vertici FIBA: “Non chiederemo ai nostri atleti di andare in un posto dove non manderemmo i nostri figli”

I due più importanti esponenti della FIBA mandano un messaggio a tutti i tifosi di basket.

La missiva

Cari amici della pallacanestro,

Prima di tutto, la cosa più importante è che speriamo che questo messaggio trovi voi e le vostre famiglie in buona salute ed al sicuro in questo periodo difficilissimo.

In queste circostanze straordinarie, dove virtualmente tutte le nostre 213 Federazioni Nazionali associate sono colpite dalla pandemia del coronavirus (COVID-19), è fondamentale che la comunità del basket sia un esempio di comportamento responsabile.Se di solito vi incoraggiamo a giocare a basket il più spesso possibile, il nostro messaggio oggi è di dare priorità alla causa maggiore di proteggere la salute pubblica. In nessuna circostanza la nostra passione per il gioco del basket deve superare l’importanza di seguire le istruzioni delle autorità pubbliche. Vi ringraziamo della vostra comprensione, della vostra pazienza e cooperazione in questo momento.

Il coronavirus ha causato un effetto fortissimo sul calendario del basket, e capiamo che abbia generato, e continuerà a farlo, preoccupazione ed incertezza per voi tutti. State certi che ogni decisione che prenderemo sarà motivata dalla protezione della salute per i giocatori, gli allenatori, gli arbitri ed i tifosi.

Questo è il motivo per il quale il 12 Marzo, quando è diventato chiaro che il contagio stesse diventando pandemico, FIBA è stata la prima federazione internazionale a dichiarare una sospensione generale delle proprie competizioni.

Molte di queste competizioni devono ancora essere completate e quello resta il nostro obiettivo, ma succederà solo se le condizioni lo permetteranno. Non chiederemo ai nostri atleti di andare in un posto dove non manderemmo i nostri figli.

Allo stesso tempo, non vogliamo lasciare i nostri stakeholders in uno stato di incertezza. Voi tutti meritate risposte. Questo spiega il perché, nel momento in cui diventasse palese che la cancellazione è l’unica opzione che risponde ai nostri principi, ve la comunicheremo subito.

Se le competizioni FIBA sono sospese al momento, ciò non significa che la preparazione per le future competizioni FIBA si sia fermata. Siamo in continua comunicazione con coloro che ospiteranno i nostri eventi e continueremo a monitorare la situazione ogni giorno, seguendo la guida della World Health Organisation (WHO), delle autorità pubbliche e della Commissione Medica FIBA.

Nelle prossime settimane, una decisione sarà presa circa il futuro della Basketball Champions League, della Basketball Champions League Americas e della Basketball Africa League, dopo un consulto con le rispettive leghe ed i club. Lo stesso va applicato alle nostre competizioni internazionali sospese a livello di sotto-Zone FIBA.

Per quanto riguarda i Giochi Olimpici, il CIO ha annunciato chiaramente che la cancellazione non è in agenda. Ieri, l’Executive Board del CIO ha comunicato di aver iniziato una fase di consultazione che durerà quattro settimane con le Federazioni Internazionali e con gli altri stakeholders per vagliare la possibilità di posticipare i Giochi. FIBA resta coinvolta attivamente nel processo. Capiamo bene che, con le qualificazioni completate solo per il torneo femminile e con non meno di sei Tornei Pre Olimpici di Qualificazione da giocare (due per il basket 3×3 e quattro per il torneo maschile), c’è una necessità crescente di avere risposte in tempo rapido. La posizione di FIBA resta salda: ogni decisione deve garantire la salute dei nostri atleti, degli allenatori e degli arbitri.

Non c’è bisogno di dirlo, ma vi manterremo informati su ogni sviluppo in questo momento in cui la situazione evolve rapidamente. Le partite di basket torneranno e la comunità del basket emergerà più forte di prima. Ma per ora, per favore fate tutto ciò che potete per proteggere voi stessi, le vostre famiglie e le vostre comunità.

Cordiali saluti,

 

Hamane Niang                                                        Andreas Zagklis

FIBA President                                                        FIBA Secretary General

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons