PLANET CATANZARO AL VIA: SQUADRA GIOVANE E CON VOGLIA DI FAR BENE

∠Oggi inizierà la stagione della Planet Basket Catanzaro.

I giallo-rossi rispondono presenti al campionato di B con la voglia della gioventù all’interno di un girone difficile e competitivo e geograficamente scorretto.

L’unico dato positivo sarà il derby contro la neopromossa, la matricola Basketball Lamezia (Il mancato inserimento delle tre calabresi nel medesimo girone è un’autentica sventura)

Per il resto, obiettivo permanenza nella categoria all’interno di un girone tosto.

Esordio contro un team d’altissima classifica come il Bisceglie, in trasferta il 7 ottobre 2018.

Le porte del Palapulerà si riapriranno il 14 ottobre per la sfida ai marchigiani del Senigallia.

Dalla Puglia, oltre al Bisceglie, giocheranno la favoritissima San Severo, Nardò e Corato.

Dalle Marche, oltre alla già citata Senigallia, spazio per Porto Sant’Elpidio, Civitanova Marche, Fabriano,Ancona.

Dall’Abruzzo, quintetto composto da Pescara,Teramo,Chieti,Campli e Giulianova.

La compagine del Presidente Procopio ha scelto un giovanissimo per la guida tecnica: Lorusso, classe 1993 fresco di tessera sarà supportato da un uomo del network come Li Calzi.

Il roster è costituito per larga parte del team che si è formato tra le giovanili e con esperienze tra B e C nella passata stagione:

I nuovi: Riccardo Trevisan, ex Roseto, e Emin Mavric visto ad Avellino e Monteroni sono chiamati a far bene in ala forte e vicino a canestro.

Il cavallo di ritorno: arriva da Ceglie e dalla C Silver ma è nato e cresciuto a Catanzaro Lido.

Antonio Rotundo, stealer e giocatore abile in penetrazione vuole consacrarsi a casa sua ed in un campionato nazionale.

La super conferma è rappresentata dall’estroso centro Devil Medizza: giocatore silenzioso ma di sostanza che si è fatto apprezzare in due squarci di stagione con il team di Catanzaro.

Il Capitano: non molla. Dopo una stagione complicata dal punto di vista degli infortuni, dove, comunque, non ha mai mollato di un centimetro, vuole far bene.Luca Calabretta è pronto a giocare la leader per la sua Catanzaro.

Baby ma non troppo: la filosofia del network propone ancora una volta in prima squadra diversi talenti da tener d’occhio.

Il “Manu Ginobili” del team è senza dubbio Daniele Dell’Uomo: classe 1998 da Crotone avrà l’onere e l’onore di prendersi sulle spalle l’eredità lasciata libera da Nicolas Morici.

In regia, secondo anno in B e tanta voglia di far bene per Andrea Procopio pronto a catturare minuti e sicurezza.

Sugli esterni spazio al brio di tre atleti in rampa di lancio: l’italianissimo Commisso da Siderno, il fantasioso Amar Klacar (attenzione alla sua crescita in versione play) ed al cannoniere Markovic.

La gioventù spunta anche sotto canestro dove Mattia Dolce scalpita per trovare spazio e minuti.

Possibile quintetto: Calabretta (Procopio), Rotundo (Markovic),Mavric(Dell’Uomo), Trevisan, Medizza.

Sesto uomo:Dell’Uomo.

Possibile rivelazione:Markovic/Klacar

Show Buttons
Hide Buttons