PLANET FERMATA IN CASA DEL CHIETI

di Maria Taverniti – I giallo-rossi vanno vicinissimi all’impresa. Al quarantesimo è successo per i teatini del nuovo Coach Piero Coen

CATANZARO – E dire che questa volta ci sono andati vicino, molto vicino. Tanto vicino quanto una palla a spicchi che si stacca dalle mani di Mavric, rimbalza sul canestro con successivo rimbalzo difensivo catturato da Gueye. E così, dopo essere stati in svantaggio anche di 14 punti, i giallorossi di coach Furfari, in quel di Chieti, hanno dato prova di grande personalità sfiorando nel terzo quarto un pareggio che, forse, avrebbe instradato il resto della gara su binari differenti. Al Pala Tricalle finisce 78-66 a favore dei padroni di casa dell’Europa Ovini Chieti sempre proiettati in zona play-off, nonostante una stagione fin qui non estremamente brillante. La Mastria Vending Catanzaro, invece, torna a casa con l’ottava sconfitta in dieci gare disputate ed una classifica più che mai arenata. Peggio dei calabresi, solo il Globo Campli, inchiodato a -4 ed alla ricerca del primo successo stagionale.

Reduci da due sconfitte consecutive e da una settimana shock in cui la dirigenza ha esonerato coach Domenico Sorgentone per sostituirlo con coach Piero Coen, gli abruzzesi affrontano la gara contro Catanzaro come un dentro o fuori per dare un segnale forte all’ambiente teatino. Segnale che non tarda ad arrivare. Senza grossi strappi, Chieti imprime da subito il proprio controllo sul match portando a casa i primi due quarti ed andando al riposo lungo con il parziale di 40-31. Ma nella sconfitta, bisogna pur trovare il positivo a cui aggrapparsi. Ed al Pala Tricalle, di positivo c’è stata una reazione forte dei ragazzi calabresi che, seppur in difficoltà non hanno gettato la spugna. Al rientro in campo, è ancora Chieti che vola sul +14 con l’ennesimo mini break a firma Meluzzi-Di Carmine. Poi una grande Planet che striglia gli avversari ed impone loro il proprio gioco. Grazie ad un netto parziale di 3-15, Calabretta e compagni riescono a ricucire quasi interamente lo strappo arrivando ad una sola azione di stacco dai padroni di casa (48-46 al 29’). Quell’azione che, però, si conclude con un canestro sbagliato di Mavric e successivo rimbalzo difensivo conquistato da Gueye. Superata l’impasse, Chieti riorganizza il proprio gioco e vola nell’ultimo quarto grazie alle triple di Gueye, Gialloreto (inspirato dai 6.75) e Meluzzi. La Mastria Vending Catanzaro subisce così il ritorno degli avversari teatini e cede con il finale di 78-66 dopo essersi resa protagonista di una stoica rimonta nel terzo periodo.

Non è bastata ai giallorossi la grande voglia di riscatto. Dopo l’infortunio di Medizza, l’innesto di Locci ha portato centimetri importanti sotto canestro (8 i rimbalzi catturati dal neo acquisto dei calabresi), Gaetano sta dimostrando di essersi inserito bene nel gruppo e Markovic si conferma come il miglior realizzatore della squadra di coach Furfari.

Chieti, invece, torna in striscia positiva dopo il bis di sconfitte che ha portato all’esonero di coach Sorgentone. L’era Coen si apre con una vittoria che permette agli abruzzesi, nonostante una prima parte di stagione balbettante, di preservare il proprio posto ai margini della zona play-off.

Questi tutti gli altri risultati della 10^ giornata del campionato di serie B / girone C: Edil Frata Nardò – Adriatica Press Teramo 87-61, Ristopro Fabriano – Luciana Mosconi Ancona 72-70, Campli Basket – Amatori Pall. Pescara 68-63, Allianz Pazienza San Severo – Goldengas Senigallia 95-93, Porto S. Elpidio Basket – Panifici Di Pinto Bisceglie 69-63, Adriatica Industriale Basket Corato – Rossella Virtus Civitanova Marche 74-82.

 

MASTRIA VENDING CATANZARO – EUROPA OVINI CHIETI 78-66

(22-18, 40-31, 50-48)

CHIETI: Rotondo 3, Gialloreto 12, Di Carmine 7, Di Emidio 3, Ponziani 20, Milojevic 6, Gueye 11, Staffieri 2, Meluzzi 14, Berardi ne, Cocco ne. Coach: Coen

CATANZARO: Markovic 15, Locci 10, Mavric, Dolce 5, Procopio 8, Gaetano 12, Calabretta 11, Dell’Uomo 2, Gobbato ne, Klacar 3. Coach: Furfari

ARBITRI: Biagio Napolitano di Quarto (NA) e Marcello Manco di San Giorgio a Cremano (NA)

 

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Show Buttons
Hide Buttons