SALITA MASSIMO MAZZETTO, VIA TRACUZZI E VIALE PIERO VIOLA

Di Fortunato Serranò – Ecco le nuove vie di Reggio Calabria dal sapore di basket..

Alla presenza del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà si è tenuta la Conferenza Stampa riguardante le novità sulla toponomastica nella città dei Bronzi.

 

La Commissione di toponomastica ha auto un ruolo consultivo sulla denominazione delle strade della Città, esprime un parere obbligatorio ma non vincolante proponendo all’Amministrazione le nuove denominazioni delle aree di circolazione avanzando proposte e/o esaminando le richieste che, di volta in volta, vengono inoltrate.

 

Il basket, aspetto permeante della città dal sapore nero-arancio è diventato impattante su questa città: nessuna via dedicata a mostri sacri della palla a spicchi ancora in vita come Manu Ginobili, Kobe Bryant, Kim Hughes, Tonino Zorzi e Carlo Recalcati.

Nessun feedback per l’inossidabile Giudice Giuseppe Viola.

Aspettando una riscossa nella dedica cittadina al primo Coach della Viola in A, Gianfranco Benvenuti(nonostante vi sia una richiesta firmata e richiesta da tantissimi cittadini per l’intitolazione al Caoch del PalaBotteghelle) vi raccontiamo le seguenti novità:

La rampa di Via Possidonea dalla quale morì in un tragico incidente l’astro nascente del basket italiano Massimo Mazzetto è stata intestata ad un giovane indimenticabile e sempre nel cuore dei tifosi.

 

La via adiacente al PalaCalafiore, passando dalla biglietteria è stata dedicata al Coach Vittorio Tracuzzi, maestro di pallacanestro che ha vissuto esperienze significative sia con la nazionale maggiore che con la Viola agli albori.

 

Doverosissima l’intitolazione della via che porta al PalaCalafiore (la stessa che costeggia il maxi-parcheggio da un lato e l’ex fiera dall’altro) dedicata totalmente alla memoria di Piero Viola, medico prematuramente scomparso, gemello del Giudice Peppino la cui morte è scatenante per l’ascesa del mito.

Show Buttons
Hide Buttons