TUTTI LO VOGLIONO, TUTTI LO CERCANO:GIOVANNI RUGOLO

Rappresenterebbe il colpo di mercato assoluto della nuova stagione del basket calabrese.

Oggi, l’atleta cresciuto nel vivaio della Viola, classe 1981 volato in A1 e A2 da Capitano del club nero-arancio potrebbe rappresentare un valore aggiunto che la regione rischia di perdere.
 
Da qualche settimana ha conseguito il patentino di allenatore nazionale in compagnia di altri due ex Viola,Alessandro Cittadini, nuovo Assistant Coach di Trieste e Stefano Rajola allenatore promosso in A2 con Pescara: in sintesi potrebbe allenare in Serie A1 da capo allenatore ma ha ancora voglia di giocare valutando le offerte più congeniali per la sua carriera.
 
Dopo aver dominato la vecchia B1 rappresenterebbe un colpo assoluto per una delle due Viola (Pallacanestro e Cestistica) o per la Lumaka (ed anche della Dierre del suo amico di sempre Saccà in Serie D), team condotto alla vittoria del campionato anche grazie al suo contributo finale sul rettangolo di gioco, iniziato da Assistant Coach.
 
Tanti sondaggi ma nulla di concreto sul suo futuro con la sua strada che sia in chiave players che in chiave coaching potrebbe volare, per l’ennesima volta fuori dalla regione evidenziando quanto il suo percorso ed il suo background sia decontestualizzato in una Calabria del basket sempre più ridotta.
 
Al momento, ingaggiarlo varrebbe a conti fatti più che prendere qualsiasi tipo di straniero.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons