VIOLA:IL NO DI GALLO E’ UFFICIALE. SI RIPARTIRA’ SOLO DALLE MINORS

Tabula rasa a tutti gli effetti in tutto e per tutto.

Una ripartenza basata esclusivamente sul basket giovanile, alla larga da americani, stranieri, stipendi, parametri, tasse non pagate e fideiussioni.

A meno di clamorosi colpi di scena ed ulteriori piani alternativi dell’ultimissima ora Reggio Calabria non avrà basket semi-professionistico, idem tutta la regione.

Il dato si va a sommare, infatti, alla retrocessione del Catanzaro dalla B alla C(possibile partecipazione alla C Silver secondo le ultime indiscrezioni) ed al forfait del Basketball Lamezia di inizio campionato.

Niente Gallo– Com’era prevedibile, il patron della Reggina Calcio non ha cavalcato l’assist Wild Card di Gianni Petrucci un treno che difficilmente passerà nuovamente da queste parti.

L’incontro di giovedì 30 maggio (ovvero meno di un mese orsono) tra l’emissario del Presidente Gallo, De Lillo ed il numero uno del basket italiano (alla presenza delle istituzioni cittadine e cestistiche regionali) aveva fatto illudere tifosi ed appassionati, illusione scemata giorno dopo giorno fino ad oggi.

L’operazione Wild Card era davvero allettante, ma non per il Presidente Gallo, concentrato al cento per cento nella sua avventura in amaranto.

“La Viola? Un mese fa chiesi informazioni su questa società – ha affermato l’imprenditore capitolino alla presentazione del nuovo Mister Mimmo Toscano. Mi sono accorto che solo pensandoci mi toglieva qualcosa alla Reggina ed allora ho pensato di non mettermi in mezzo a queste situazioni, informando le istituzioni più di un mese fa, non passo il tempo a smentire ogni giorno le notizie”.

La prossima ripartenza? Trust e basket popolare ripartendo dal basso rispettando le nuove regole della pallacanestro. Settori giovanili e costruzione come ai tempi dello Scatolone. Sarà la volta buona?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons