2014 al Csi

L’Aleandre Reggio Calabria sale sul tetto d’Italia. Battuta, all’interno di una finale combattuta, un’onorevole Bologna.

Un segnale importante per tutto il movimento ed un cammino orfano di sconfitte per un gruppo strepitoso.

I campionati Csi crescono, specialmente su Reggio Calabria che si esalta con un successo incredibile.

Il sodalizio reggino nato da una delle scuole di basket storiche della città, quella del Professore Pellicanò batte la concorrenza in arrivo da tutta la penisola

E’ il successo nel 2014:il gruppo di Coach Daniele Saccà, allenatore super appassionato senza alcun tipo di tessera federale, corso di aggiornamento Pao ma forte di tanti e tanti anni di pallacanestro giocata sempre ad alti livelli sale sul tetto d’Italia.

E’ il trionfo di un gruppo che ha dimostrato, nuovamente, la propria voglia di giocare a pallacanestro,lontani da tasse gara,parametri,premi di incentivazione e soldoni,sempre più di moda nel basket malato di oggi e sempre più lontani dai semplici e divertenti campionati “paralleli”.

Un gruppo variegato dove accanto a giocatori che hanno fatto del basket la propria principale professione si trovano professionisti affermati, tecnici comunali,notai,veterinari,imprenditori,avvocati e persino un ex nazionale giovanile di Calcio a cinque.

Il taglio della retina è tutto per loro: l’Aleandre vince con maestria ed esperienza una gara “da prendere con le molle”.

L’Mvp della manifestazione è un Rugolo,incredibilmente senza squadra che potrebbe fare al caso di svariate società di Gold e Silver.

L’Aleandre gioca di squadra e trova i centri vincenti grazie ad una maggiore freddezza dalla lunetta.

Reggio vince e da un segnale forte al movimento: l’Aleandre è campione d’Italia.

Nella fase provinciale, i reggini avevano perso una sola sfida in casa della Magic Basket(vice-campione regionale).

Nella fase regionale, Granata e soci hanno sbaragliato la concorrenza del San Francesco di Cosenza in semifinale vincendo il titolo all’interno di una combattutissima finale decisa da Vittorio Soldatesca.

Nella fase Femminile,invece, vince il titolo italiano una reggina:Carla Talarico dell’Art.Bo di Bologna. 

Nella stagione in corso Andrea Pellicanò e soci rilanciano la sfida con un roster “limato” ma non rivoluzionato e tanta voglia di fare bene.

I numeri del Csi crescono e sono ormai una realtà in città.

Il discorso è diverso a Cosenza dove dopo un buon girone nella prima parte di 2014 le società dovrebbero aver preferito i campionati federali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons