A TUTTO MINIBASKET:A SOVERATO SI GUARDA AL FUTURO

di Maria Taverniti – Nell’anteprima di Nuovo Basket Soverato contro Bim Bum Rende è tempo di basket per i più piccoli.

Si può vincere oppure no. L’importante è che si metta tutto in campo: cuore, testa, gambe per portare a casa il risultato”. Una citazione che appartiene ad un altro sport ed a qualcuno che quello sport lo sa raccontare emozionando ma che in questa occasione prendiamo, immeritatamente, in prestito per raccontare di qualcuno che invece di meriti, nella nostra disciplina, ne ha davvero tanti.


E non si tratta di meriti attribuiti da parole, una sequenza seppur ben articolata di vocali e consonanti a riempire un foglio bianco, ma conquistati sul campo con lavoro e sacrificio, mettendoci, appunto, cuore, testa, gambe ed anche la faccia.

Si può vincere oppure no”. Ma se si vince? Per quel cuore, quella testa, quelle gambe ed anche quella faccia, quale sarà la ricompensa? E di vittorie qui ce ne sono in ballo parecchie. Su un campo, in un tempo diverso da questo, in luoghi lontani e in uno sport, la pallacanestro femminile, che in Calabria latita e che rappresenta, nel 2017, un’ombra sfocata di ciò che è stato in passato. Ma anche a bordo campo, quando guardi i tuoi ragazzi mettere in pratica tutto ciò che hai cercato, con passione, di trasmettere loro e conquistare in due anni una doppia promozione ed un titolo under18.

Succede che ad un certo punto decidi di rimettere, di rimetterti, in gioco e di ricominciare dall’inizio. O meglio, Federica Sbrissa decide. O meglio ancora, forse non sarebbe stata la sua prima scelta ma tant’è, l’intelligenza e la professionalità di una persona passa anche da questo.

E così, l’ex coach, ora istruttrice Federica Sbrissa ha ricominciato dal minibasket, sempre a Soverato, dove inizia a trasmettere la passione per la palla a spicchi ad un nutrito gruppo di bambini che guardano quella palla con tutta la sorpresa e la voglia di scoprire, giocare, emozionarsi che appartiene solo a quell’età. Poi cresceranno e la magia svanirà lasciando il posto a sentimenti più concreti, ma per ora Federica è la persona che li fa giocare e loro ricambiano adorandola.

E dato che le cose troppo semplici a noi donne garbano poco, ecco che non basta barcamenarsi con un gruppo di 40 bambini suddivisi in varie fasce d’età ma c’è anche da fare i conti con i soliti problemi logistici. Tradotto: le strutture sportive non sono mai sufficienti.

Se volete vedere l’istruttrice Federica Sbrissa all’opera con i più piccoli, ma nel contempo spostare canestri, raccogliere palloni e coordinare le varie attività potrete trovarla il lunedì e il mercoledì al Pala Scoppa e presso la palestra dell’Istituto Alberghiero di Soverato.

Nel frattempo, domenica scorsa ha regalato ai propri bambini una passerella, l’opportunità di giocare davanti ai “grandi” prima del big match di serie C tra Nuovo Basket Soverato e Bim Bum Basket Rende. E loro le hanno regalato grandi sorrisi.

 

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Show Buttons
Hide Buttons