AL PALAESTRA SI GIOCA SIENA-VIOLA

Di Giovanni Mafrici – Reggini con la testa sulla gara. L’ex Roberts e soci cercano una piccola grande impresa in casa di una Mensa Sana vogliosa di punti per evitare il PlayOut.

Serve concentrazione e testa sulla gara.

La Viola Reggio Calabria continua il suo percorso in campionato giocando al PalaEstra di Siena.

Lo scenario di vittorie incredibili del sodalizio toscano sarà lo scenario di un bel match di Serie A2.

Non ci saranno Mcintyre, Stonerook, Stepanov e Kaukenas ma l’atmosfera che si respirerà oggi in terra di Toscana sarà invitante per tutti gli sportivi.

 

Il team di Marco Calvani ha voglia, per l’ennesima volta di tenere alla lontana i problemi legati alla vicenda Fidejussione che sta preoccupando tutta la piazza nel tentativo di dare continuità ad un percorso stagionale d’eccellenza.

Negli ultimi due anni, i reggini sono stati sconfitti sul campo della città del Palio con la Mens Sana abile a trionfare due anni fa in diretta televisiva grazie alla spinta dell’attuale americano della Viola, Chris Roberts (che componeva con Bryant una coppia da urlo) e nella passata stagione a cospetto di una compagine, quella nero-arancio in piena fase di ristrutturazione.

Oggi, Caroti da Cecina e Benvenuti da Livorno sentono aria di derby e non vedono l’ora di provare a riscattare la rocambolesca sconfitta del turno scorso subita per opera di un Latina soprendente in grado di vincere l’anticipo contro la capolista Casale Monferrato e per riscattare altresì il passivo del PalaCalafiore della sfida di andata proprio contro la compagine dove gioca l’ex Federico Lestini.

 

Siena ha un roster da urlo ma ha la necessità di fare bottino per allontanarsi dalla zona rossa del PlayOut. (leggi l’analisi del roster di Coach Mecacci ai Raggi X)

 

La Viola, dal canto suo ha grande voglia di brillare per dare un segnale ruggente a tutto il campionato.

Arbitrano i signori Alessandro Costa di Livorno, Umberto Tallon di Bologna e Daniele Yan Yao di Vigasio.

Show Buttons
Hide Buttons