Al Pulerà non si passa

CATANZARO – Una partita che non ha deluso le attese. Questa è stata la gara tra Sfy Planet Catanzaro e Due Esse Martina Franca, formazioni staccate in classifica da sole due lunghezze ed in cerca di punti preziosi per migliorare le rispettive posizioni in griglia play-off. Catanzaro al debutto casalingo nel girone di ritorno doveva cancellare immediatamente il ricordo della sconfitta di Vasto, di contro un Martina Franca alla ricerca del quinto sigillo consecutivo. Le premesse per la partitissima della giornata c’erano tutte. E naturalmente hanno avuto il loro peso nell’importantissimo scontro diretto. Squadre in avvio molto contratte e grande fatica a segnare da ambo le parti. Il primo canestro dal campo degli ospiti arriva dopo 3’ di gioco a firma di Mastroianni (1-2). La Sfy fa trascorrere altri 60” prima di trovare con Sereni il punto del 4-7 che sembra sbloccare la gara. Addio ai ritmi lenti e via a rapidi contropiedi in cui Martina nei minuti iniziali volge a proprio favore l’inerzia del match. La fotografia della serata è la tripla di Morici che con molto concretezza al 9’ trasforma il tiro dal perimetro nel primo vantaggio giallo-rosso (18-16). Una prestazione di livello per il giovane n. 13 di coach Tunno che diventerà vero protagonista della gara. La Planet vola fino al +10 (35-25) di metà secondo tempo grazie alla tripla di Simone Ippolito. I blu-arancio non ci stanno e canestro dopo canestro, grazie alla precisione di Marengo, Salvadori e Marchisio vanno al riposo lungo con un -4 da recuperare (44-40). Un batti e ribatti che prosegue anche alla ripresa. I pugliesi passano addirittura in vantaggio (51-53) con Marengo al 27’ prima di arenarsi fatalmente sulle spiagge catanzaresi. Poco preciso dalla lunetta, Mastroianni realizza un 1/2 per il 58-56 dopo il quale la Due Esse si spegne completamente sotto i colpi dei padroni di casa che sfoderano grinta e carattere da vendere. La tripla di Carpanzano spiana la strada ad un attacco giallo-rosso che non sbaglia più. Il terzo tempo si chiude con Battaglia che si alza da posizione laterale e infila il canestro del +11 (67-56) plaudito da compagni e allenatore. Martina, inerme e incapace di reagire, subisce fra terzo e quarto tempo il maxi parziale di 21-0 che chiude la gara al 37’ quando le lunghezze di vantaggio dei giallo-rossi diventano addirittura 23 (79-56). Ultimi minuti di pura amministrazione fino al fischio finale che sancisce la fine dell’incontro con il risultato di 89-71.

Un risultato andato ben oltre le più rosee aspettative. La Planet, partita in sordina, ha saputo sfoderare una prestazione di ottimo livello colpendo l’avversario proprio nei frangenti di maggiore fragilità. Coach Tunno si aspettava una prova di maturità soprattutto mentale da parte della propria squadra e non è stato deluso. Gioco corale e grande affiatamento e la Planet, con ben 5 uomini in doppia cifra, ha ribaltato il risultato dell’andata conquistando anche una differenza canestri favorevole, ha raggiunto in classifica a 16 punti proprio Martina Franca e Maddaloni e ora si prepara a scalare la griglia dei play-off già da domenica prossima in quel di Pescara.

Un risultato finale, quel -18, che può non rispecchiare quanto fatto vedere dalla Due Esse per 28’ di gioco. Poi il crollo improvviso dal quale i blu-arancio non sono più riusciti ad emergere. Messi sotto pressione, Di Marco e compagni non hanno saputo reagire arrendendosi ai padroni di casa. Tre le doppie cifre per gli uomini di coach Russo, Mastroianni (14), Salvadori (13) e Marengo (13), che ora dovranno concentrarsi sullo scontro diretto di domenica prossima in casa del Maddaloni.

Nella seconda giornata del girone di ritorno spicca la sconfitta di Palermo in casa del Mola. Questo il quadro completo: BCC Agropoli – Amatori Pescara 96-91, Ambrosia Bisceglia – BCC Vasto 85-63, Casa Euro Taranto – Soavegel Francavilla 71-65, Geofarma Mola – Nuova Aquila Palermo 63-60, Romano Group Venafro – S. Michele Maddaloni 75-59, Nuova Pall. Monteroni – Il Globo Isernia 64-46.

SFY PLANET CATANZARO – DUE ESSE MARTINA FRANCA 89-71

(22-18, 44-40, 67-56)

CATANZARO: Fratto ne, Carpanzano 14, Battaglia 15, Naso 13, Ippolito 3, Zofrea, Scuderi 8, Sereni 5, Morici 13, Fall 18. Coach: Tunno

MARTINA FRANCA: Forti ne, Caroli ne, Camassa ne, Marchisio 8, Bruno 9, Niso ne, Schiano 9, Mastroianni 14, Di Marco 3, Salvadori 13, Nwokoye 2, Marengo 13. Coach: Russo

ARBITRI: Mirko Picchi di Ferentino (FR) e Giuseppe Cardano di Roma.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons