Aleandre-San Francesco 63-53

 

 

Chi si aspettava una semifinale agevole per l’Aleandre Reggio Calabria, formazione super favorita del girone si è dovuto ricredere.

Reggini al completo.

Cosenza, formazione che ha vinto il raggruppamento silano prima di essere penalizzata dopo la squalifica per tesseramento irregolare schiera Manu Gallo in una nuova veste: l’asso della San Francesco diventa un abile allenatore e si gioca tutto contro il collega Saccà.

La sfida è più equilibrata del previsto merito ad un Cosenza super trascinato dalle giocate di Michele Giannotta su tutti.

L’avvio è per l’Aleandre:Pellicanò inizia a riscaldare la mano dalla lunga ben supportato da Sergi per un concreto vantaggio in doppia cifra.

Coach Saccà regala qualche minuto al veterano Granata che si esalta con la tripla del più dieci.

La San Francesco, però non sta a guardare.

L’energia di Spadafora e le giocate offensive di Giannotta rendono la gara più viva che mai.

L’Aleandre reagisce nella terza frazione grazie all’energia di Durante e ristabilisce un buon vantaggio.

Le continue incursioni degli indomiti silani non basteranno.

Con esperienza, De Marco e soci portano a casa la qualificazione alla finale a metà quarto periodo raggiungendo nuovamente la doppia cifra di vantaggio fino al 63 a 53 finale.

 

 

Aleandre Reggio Calabria-San Francesco Cosenza 63-53

22-12,10-19,18-8,13-14

Aleandre:Sergi 10,De Stefano 6,Pellicanó 23,Granata 3,Delfino,Soldatesca 2,Postorino 6,Crocè,Mazzù,Durante 1,De Marco 2,Larizza 4.All Daniele Saccà

San Francesco: Giànnotta 23,Spadafora 16,Trombino 6,Forgione 4,Bruno 4,Assalone,Conforti,Andreolli.All Emanuele Gallo

Arbitri Giuseppe Surace di Reggio Calabria e Giovanni Simone di Motta San Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons