Andrea Pellicanò:Voglio questa sterzata

 

 

Che cosa vuol dire per Andrea Pellicanò giocare a Catanzaro Lido per la prima di PlayOff?C’è chi dice che giochi in casa più a Giovino che a Reggio,come la vedi?

 

Catanzaro lido dopo tanti anni passati li’ e’ diventata la mia seconda casa.L’anno scorsosoprattutto,tra partite, allenamenti ed attività giovanile ho passato tanto tempo a Giovino:Amo quel palazzetto. Quest’anno sono ritornato a Reggio e adesso il Botteghelle e’ casa mia nella speranza che un giorno diventi un fattore come lo e’ il Palazzetto di Giovino.

 

Annata tribolata.Provarci e sorprendere a Catanzaro potrebbe rappresentare una “sterzata” non indifferente,cosa ne pensi?

 

L’annata e’ stata come dici tu “tribolata” ma nonostante un campionato dal punto di vista dei risultati deludente fino ad ora,ultimamente siamo andati in crescendo sia per qualche vittoria di fila sia dal punto di vista mentale.Siamo consapevoli che per rialzarci serve una “sterzata” decisa iniziando con una vittoria  playoff.

 

Capitolo Redel:come sta il vostro gruppo? A tuo avviso avete nelle corde la possibilità di battere un quintetto d’eccellenza come quello a disposizione di Coach Chiarella?

 

Il gruppo sta bene soprattutto mentalmente,fisicamente abbiamo qualche acciaccato ma ai playoff l’adrenalina ti consente di superare tutto per la voglia di arrivare fino in fondo.Catanzaro e’ una signora squadra e lo ha dimostrato con un annata super. La consapevolezza di non essere inferiori a nessuno e la voglia di dare qualcosa in più per andare avanti devono portarci a superare questo turno.io ci credo, credo in questo gruppoe sono convinto che sia nelle nostre corde farlo.

 

Li hai visti crescere,uno per uno.Cosa ne pensi dei giovani della Planet?

I giovani soprattutto il gruppo 92 li ho visti letteralmente crescere e sono contento di aver vissuto accanto a loro anni importanti della loro crescita.Adesso non sono più ragazzini e li affronterò domani da “avversario”,contento e orgoglioso di considerarli ormai come ottimi giocatori!

 

Il ricordo più bello dei tuoi anni in giallo-rosso?

Ho una miriade di bei ricordi in giallorosso partendo dal primo anno con la vittoria delcampionato di c1 passando per i 2 anni in b2 fino alla passata stagione giocata con un grande campionato nel girone pugliese di c.1.Il ricordo piu bello e’ recente ed e’ stato quest anno quando sono ritornato con la Redel da avversario in campo e i miei ex compagni la societa’ma soprattutto il pubblico al PalaGiovino mi hanno salutato con un applauso che mi ha commosso e porterò sempre con me come la vittoria più grande fatta a Catanzaro.In sintesi credo che per un giocatore sia facile farsi notare ma difficile farsi ricordare e tutto questo mi gratifica notevolmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons