Antonio Smorto è carico

 

 

Prime impressioni,primi tornei. Raccontaci come hai vissuto il Memorial dedicato a Mario Delle Cave?

Un’esperienza davvero inimitabile.Ho vissuto in prima persona l’importanza di Mario all’interno della famiglia Stella Azzurra. Ogni singolo momento, ogni singola partita, tutto ruotava intorno a lui.Era questa la motivazione che ci spingeva a giocare e che ci ha portato poi a vincere.

 

Nuovamente lontano da casa.Perchè Roma?

Ho scelto Roma perché mi sembrava il luogo migliore dove poter fare tanta pallacanestro accompagnandola con l’università. Mi allenerò e giocherò in piazze importanti(Stella Azzurra e Luiss) con obiettivi importanti. E soprattutto(questo lo dedico ai miei) continuerò a STUDIARE in una delle Università più prestigiose d’Italia.

 

Come giudichi la scelta di tua sorella Giovanna di provare il grande salto nel basket in rosa volando in Veneto?

 

Sicuramente è la scelta migliore che potesse fare..Abbiamo scelto Venezia rispetto a tutte le altre società che l’hanno richiesta perché era giusto mandare Giovanna in una realtà così importante che fa basket da tanto tempo avendo anche la famiglia vicino(abiterà dai miei nonni materni infatti che abbiamo a soli 10 minuti dal palazzetto).

 

L’obiettivo di Antonio Smorto per la stagione che si va ad aprire?

Il primo obiettivo che mi pongo è quello di provare a dare tutto quello che il campo e la società richiede per raggiungere l’obiettivo che io e tutti i miei compagni abbiamo, portare lo Scudetto in casa Stella Azzurra e vincere il campionato con la Luiss. Sono obbiettivi per i quali ho aspettato un sacco di tempo:Lo scudetto u19 delle finali nazionali è una cosa che sogno da davvero tanto, forse troppo tempo.Spero che questo sogno possadiventare realtà.

 

Immagina un roster di “reggini” su Reggio Calabria.Che categoria potrebbe giocare e che giocatori inseriresti?

 

Reggio per fortuna è riuscita a tirare fuori dei giocatori davvero interessanti che sicuramente faranno o magari stanno già facendo strada nel mondo della pallacanestro..Inserirei sicuramente Laganà e Viglianisi che hanno già dimostrato di saper tenere il campo nelle massime serie che il basket italiano offre..Stessa cosa vale per Ion Lupusor e Valerio costa ai quali faccio un grosso in bocca al lupo per la nuova stagione.. Abbiamo parecchi giocatori di talento che aspettano solo l’opportunità di dimostrarlo sul campo..Direi che con questi giocatori si potrebbe partire da una serie b dando fiducia a quello che Reggio è riuscita a sfornare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons