Apoteosi giallo-rossa,è semifinale

 

 

Apoteosi ASSITUR CATANZARO. La serie che ha visto i giallorossi duellare contro la forte Redel Vis di Reggio Calabria si è conclusa ieri sera, con una netta affermazione degli uomini di coach Chiarella, sospinti da un pubblico incredibile, in un palazzetto completo e festante in ogni ordine di posto, come non si vedeva a Catanzaro da diversi anni.

La gara, cominciata sul filo dell’equilibrio e proseguita su questibinari per i primi venti minuti, è stata sin da subito intensa ed emozionante,d’altro canto la posta in palio era davvero prestigiosa. Approdare allasemifinale dei play-off promozione nel campionato nazionale di DNC rappresentaun importante riconoscimento al merito di tutto l’ambiente cestisticocatanzarese, il quale ha mostrato sicuramente sia la voglia che le capacità peraffrontare palcoscenici diversi. Un entusiasmo riacceso nei confronti di unosport che rappresenta sempre più motivo di orgoglio per l’intera città efrutto del lavoro lungimirante di una società che ha deciso, in tempi nonsospetti, di puntare sui giovani talenti locali, guidati dalla classe delcapitano Andrea Cattani, assente per squalifica nell’occasione, ed ilsenegalese ormai adottato per acclamazione Yande Fall. Momenti emozionanti intal senso, ancor prima della palla a due, quando i tifosi locali hanno intesodedicare uno striscione al giocatore africano, mostrando tutto l’affetto che la comunità nutre per il proprio beniamino venuto da così lontano e legato da anniormai a Catanzaro. Le defaillances da ambo le parti di due uomini fuori categoria quali appunto Cattani da una parte e Zampogna dall’altra, si sono fatte sentire sicuramente in termini di esperienza e talento, ma intensità di gioco ed emozioni non sono scemate per nulla. Ed allora sin dalle prime battute si intravede il fuoco negli occhi dei giocatori dell’ Assitur, che premono sull’acceleratore in attacco, stringendo i meccanismi in maniera quasi perfetta in difesa. Nei primi minuti ogni ribaltamento di fronte gli atleti delle due formazioni trovano la via del canestro, con Catanzaro che prova a prendere il largo e Reggio a rispondere colpo su colpo. Grasso, con cattiveria agonistica, cerca di scuotere i suoi e Pellicanò, ex indimenticato, si dimostra al solito un tiratore mortifero, intimoriscono nelle prime battute i padroni di casa, i quali riescono a mantenere freddezza e lucidità per portarsi all’intervallo lungo in vantaggio, anche se di un soffio. Al rientro in campo il palazzetto è una bolgia, cori, tamburi, applausi, rendono pesante ogni palla e combattuta ogni azione, segnare un canestro vuol dire zittire tutti o provocarne l’esaltazione. Andrea Scuderi, capitano nell’occasione, si traveste da superman e comincia una serie di azioni funamboliche grazie alla quale spesso trova i due punti ed altrettanto spesso mette i propri compagni nelle condizione di realizzarli. Solo un infortunio alla mano, che ha fatto tremare staff e tifosi per le modalità nelle quali è avvenuto, può fermarlo,togliendolo dalla partita quando ormai il vantaggio è più che cospicuo. I reggini perdono la testa, subiscono un tecnico ed un  fallo antisportivo; Mercurio, Ippolito e soprattutto Fall continuano ad imperare, realizzando con costanza i canestri che solcheranno un gap incolmabile. Negli ultimi minuti c’è spazio per tutti gli atleti di coach Chiarella, anche i più giovani Cossari, Palazzo e Munizzi hanno minuti e li sfruttano bene. L’Assitur non molla fino al suono della sirena, che fa molto meno rumore delle urla di gioia di giocatori e tifosi. Vittoria e passaggio del turno, vittoria e sogno che continua, un derby bello ed intenso che ha visto prevalere i giallorossi ma onore al merito anche agli sconfitti, che hanno regalato momenti di grande pallacanestro.

Prossimo avversario sarà Acireale, seconda forza del campionato; c’è un pronostico da ribaltare ed una storia da riscrivere, forza ragazzi!

 

ASSITUR PLANET CZ – REDEL VIS RC 84-58 (20-18; 41-35; 64-44; 84-58)

ASSITUR PLANET CZ: Rotundo 7, Carpanzano 8, Mercurio 13, Salvadori 4, Ippolito 11, Scuderi 21, Palazzo, Cossari 2, Munizzi, Fall 18. Coach: Chiarella

REDEL VIS REGGIO CALABRIA: Zampogna ne, Grasso 10, Vazzana 6, Marseglia 13, Pellicanò 17, Semerano ne, Gjnaj 7, Saccà 5, Stracuzzi, Cedro. Coach: D’Arrigo

 

 

Ufficio Stampa ASSITUR PLANET BASKET CATANZARO

 

Catanzaro, 13 maggio 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons