Assitur in scioltezza

 

 

La vittoria in scioltezza contro Canicattì, difficile da prevedere in questa misura e assolutamente convincente ottenuta dai ragazzi allenati da coach Chiarella, ha portato una ventata di entusiasmo in tutto l’ambiente cestistico catanzarese.
L’armata giallorossa targata Assitur ha mostrato tutto il suo potenziale,
facendo giocare per larghi tratti dell’incontro una formazione integralmente
giovanile. La carta di identità degli atleti, tuttavia, non ha pesato
minimamente in termini d’esperienza e sagacia tattica, questo è stato
l’incontrovertibile verdetto del campo .
Gli uomini di casa, guidati da Andrea Scuderi in formato extralusso, autore di ben 26 punti, massimo in carriera in un campionato nazionale per il promettente playmaker, ben supportato da un Rotundo sempre più a suo agio nella categoria, oltre al solito Fall, dominatore sotto le plance sia in attacco che in difesa, hanno condotto sempre in vantaggio i quaranta minuti di gioco, mantenendo in ogni frangente una distanza di sicurezza dagli avversari.
Canicattì, giunto in Calabria con l’ex di turno Benjamin German tra i dieci convocati solo per onor di firma causa problemi fisici, ha provato solo nei primi due quarti ad impensierire i locali, grazie alle buone prove di Festino e Manzo, ma ben presto anche questi timidi tentativi sono stati spenti dalla voglia di vincere dell’Assitur.
Davanti ad un pubblico festante, sempre più caldo e numeroso, hanno calcato la
scena anche tre ragazzi in doppio tesseramento con la Virtus Catanzaro, e
specificatamente Dario Palazzo, autore di una bomba che ha fatto impazzire la
platea, Giovanni Urzino e Alessandro Scuderi, giovanissimi che hanno dimostrato
di poter meritarsi qualche spezzone di partita senza deludere. Merito del gran
lavoro svolto settimanalmente dall’intero staff del network catanzarese diretto
e supervisionato da Fabrizio Tunno.
Ancora una partita per chiudere la fase ad orologio del campionato di DNC, e
poi saranno finalmente play-off, da affrontare con il massimo entusiasmo e
determinazione, con il rientro del capitano Cattani e di Gianluca Carpanzano.

ASSITUR CATANZARO – GAUDIUM CANICATTI’ 85-76 (22-23; 47-35; 68-54)
ASSITUR PLANET CATANZARO: Rotundo 16, Mercurio 4, Salvadori 4, Ippolito 8, Zofrea n.e., Scuderi An. 26, Palazzo 7, Scuderi Al., Urzino, Fall 20. Coach: Chiarella
GAUDIUM CANICATTI’: Sgrò 11, Festino 24, Barbaro 9, Strazzera 3, Manzo 12, German ne, Guarnaccia, Bonetti, Carcano 9, Canzonieri 8. Coach: Ceccato
ARBITRI: Marsico e Rodia di Avellino

Ufficio Stampa ASSITUR PLANET BASKET CATANZARO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons