B Dil: Alcaro Catanzaro a Corato nell’ultima di regular season

La 26^ giornata di campionato vedrà gli uomini di coach Antonello Restivo impegnati sul difficile campo della Pasta Granoro Corato in una sfida che non si tradurrà semplicemente in termini di vittoria o sconfitta. I numerosi e lunghi infortuni registrati in casa giallo-rossa hanno fatto scivolare la squadra calabrese dalle posizioni alte di classifica fino agli ultimi posti disponibili in chiave play-off. Un’altalena tra il settimo e l’ottavo posto che capitan Cattani e compagni hanno vissuto fino alla vigilia della sosta di campionato riuscendo nel contempo a mantenere a distanza di sicurezza la diretta rivale MiaCard Ceglie. Una situazione precipitata però negli ultimi tre impegni in cui i calabresi hanno raccolto un tris di sconfitte impensabile alla vigilia (rispettivamente contro Bari, Ragusa e Reggio Calabria) che li ha portati a condividere l’ottavo posto (a quota 24 punti) proprio con i diretti avversari pugliesi i quali però possono vantare una differenza canestri favorevole negli scontri diretti. A 40’ minuti dal fischio finale di stagione, “l’affare play-off” non dipenderà quindi solo da una vittoria dell’Alcaro sul Corato ma, condizione molto meno probabile, da una sconfitta interna del Ceglie ad opera di una Peugeot Benevento già da tempo retrocessa. Di contro la Granoro Corato, dopo la facile vittoria del turno scorso proprio contro la formazione campana, ha visto decollare le proprie quotazioni e il morale  di staff tecnico e giocatori che si apprestano ora a chiudere la stagione regolare con una passerella di tutto rispetto. Un continuo crescendo quello del sodalizio del presidente Samarelli che dopo qualche difficoltà iniziale è riuscito a conquistare una posizione di riguardo nel ranking. I nero-verdi occupano attualmente il quinto posto in classifica a pari punti (30) con Accademia Britannica CB e staccati di due lunghezze dalla Soavegel Francavilla quarta classificata. Anche in questo caso, obiettivo della coppia Verile-Jordan è quello di mantenere la quinta posizione ma con un occhio ai campi di Reggio Calabria che ospiterà i molisani ed a quello di Francavilla dove i pugliesi sperano in un colpo a sorpresa del Melfi per agguantare, in caso di vittoria, i diretti concorrenti ma, forti di una differenza canestri favorevole negli scontri diretti, strappare loro la quarta piazza. Proprio la formazione della Granoro Corato fu, nel girone di andata, la prima a riuscire nell’impresa di violare il Pala Pulerà contro un Catanzaro in formazione ampiamente rimaneggiata senza Cattani, Carella e con Mlinar in evidente ritardo di forma. Nonostante ciò, i giallo-rossi dominarono i primi 20’ della partita chiudendo al 20’ con il risultato di 40-29 ma cadendo nel terzo tempo sotto i colpi degli scatenatissimi Corvino-Infante che con un parziale di 12-30 riuscirono a ribaltare a proprio favore le sorti del match e vincere l’incontro con 6 punti di vantaggio (72-78). Rispetto a quella gara, coach Verile dovrebbe confermare i dieci già protagonisti un girone fa mentre tante saranno le novità per i calabresi a partire proprio da Cattani e Mlinar. La cattiva notizia riguarda però proprio il reparto lunghi che questa sera dovrà fare a meno dell’apporto di Bojan Radovanovic fermato da un perdurante mal di schiena. Altra tegola sulla formazione di coach Restivo e, pur continuando a registrare i soliti acciacchi dovuti agli alti carichi di lavoro stagionale, perde alla vigilia dell’ultima di campionato una pedina fondamentale del proprio scacchiere. Il n. 12 è partito come decimo uomo con il resto della truppa alla volta del Pala Losito ma intenzione dello staff tecnico è di preservarlo in vista dei più importanti impegni di post-season. Completeranno l’organico Ippolito, Motta e Battaglia già impegnati ieri sera con la canotta Virtus nel vittorioso derby contro la JBL in C regionale. Sei saranno quindi gli effettivi su cui l’Alcaro potrà contare per l’ultima di campionato, una gara in cui si cercherà una vittoria per chiudere in maniera positiva la regular season  e per riscattare la sconfitta dell’andata ma senza troppi patemi d’animo proprio per la situazione concomitante che rende più realistica la possibilità di dover difendere la categoria in una post-season che metterebbe i giallo-rossi di fronte al passato del loro allenatore, vale a dire quella Russo Cagliari attualmente 12^ nel girone C. Arbitri designati per l’ultima palla a due della stagione regolare i Sigg.ri Marco Vittori di Castorano (AP) e Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno. La Società Granoro Corato ha infine comunicato che atleti e staff tecnico aderiranno questa sera alla campagna di sensibilizzazione contro il razzismo promossa dalla FIP “Vorrei la pelle nera” dopo gli insulti razziali ad Abiola Wabara e scenderanno in campo con un evidente segno nero sulla pelle.  

Interessanti le altre sfide di calendario. Doppio scontro tra i campi di Reggio Calabria, dove la Liomatic Viola ospiterà l’Accademia Britannica CB, e quello di Ragusa dove l’Upea Capo d’Orlando andrà alla ricerca di una vittoria per difendere la prima posizione in classifica. Basket Ragusa che cercherà il successo a tutti i costi seguendo l’andamento del match di Bari contro la Due Esse Martina Franca nella lotta per non retrocedere direttamente. Affermazione necessaria anche per la MiaCard Basket Ceglie contro Benevento per blindare l’ultimo posto play-off da un probabile risultato positivo dell’Alcaro a Corato e quella della Soavegel Francavilla per fare lo stesso nei confronti della quarta posizione insidiata dai nero-verdi di coach Verile. Posizioni già delineate invece per Mens Sana Campobasso e BBC Group Bernalda che daranno vita all’ultimo incontro di questa 26^ giornata.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons