B Dil: Brutto colpo per l’Alcaro, pesante sconfitta a Ragusa

Ragusa come Bari, la stessa voglia di evitare la retrocessione diretta giocandosi il tutto per tutto nelle ultime gare della stagione. Ragusa diversa da Bari perché se in terra pugliese i giallo-rossi hanno retto fino al 40’ perdendo solo sulla sirena la possibilità di strappare la vittoria ai padroni di casa, a Ragusa gli uomini di coach Restivo non hanno mai dimostrato di poter impensierire in maniera tangibile gli avversari accusando quel crollo a causa del quale lo scarto via via accumulato si è dilatato fino ai 17 punti finali. I bianco-azzurri, pur senza il capitano Alessandro Sorrentino in panchina solo ad onor di firma, hanno trovato in Terrana e Spizzichini le armi in più rispetto alla gara di Catanzaro a guidare un gioco corale che ha portato in doppia cifra ben cinque uomini di coach Recupido sui sette utilizzati. Sette rotazioni anche per i calabresi che però hanno trovato nel solo Mlinar l’assolo differente, autore di 22 punti sui 59 di squadra e ben 13 rimbalzi catturati. Il primo quarto è stato tutto sommato abbastanza equilibrato con gli ospiti che hanno risposto ai primi tentativi di fuga dei locali (9-4 al 4’). L’Alcaro è riuscita a portarsi anche in vantaggio. Al 5’ è stato Fevola a fare tutto. Sul punteggio di 9-8, prima ha sbagliato la conclusione perimetrale, quindi ha raccolto il rimbalzo, ha segnato il canestro del vantaggio (9-10) subendo fallo da Giordo e realizzando il conseguente libero aggiuntivo per il 9-11. A seguire Mlinar ha fatto registrare il massimo vantaggio dei giallo-rossi con un +4 (9-13), stacco ben presto recuperato dai padroni di casa che con un colpo di coda finale e una tripla di Andrea Sorrentino sono riusciti a chiudere la prima frazione di gioco sul 20-18. Nel secondo tempo Catanzaro ha mantenuto ancora una situazione di sostanziale parità fino al 13’ quando ancora un gioco da tre di Fevola si è trasformato nell’ultimo pareggio della serata (23-23). Poi la svolta con Spizzichini e compagni a piazzare in 5’ un importante break di 10-2 chiuso proprio da un canestro dalla media dell’ex Consum Siena che al 18’ ha portato i suoi sul 35-25. Mlinar e Cattani hanno cercato di riaprire i giochi (35-29) ma Terrana ha chiuso al 20’ con il canestro del 37-29. I primi 4’ della ripresa si sono trasformati in un personale duello tra Mlinar e Terrana che da soli hanno guidato i rispettivi schieramenti in un break di 3-7 con cui Catanzaro si è riportata sul -4 (40-36) al 24’. Andrea Sorrentino dalla distanza ha rotto gli indugi dei padroni di casa e posto un freno alle deboli speranze degli ospiti che hanno sofferto le iniziative degli avversari chiudendo al 30’ sotto di 12 lunghezze (53-41). Negli ultimi 10’  ai siciliani è bastato amministrare in maniera oculata un vantaggio che non è sceso mai al di sotto dei 9 punti ma che al contrario è aumentato man mano fino al 76-59 finale.

Vittoria dal notevole peso specifico per i ragusani che riescono a mantenere il ritmo della Chimica D’Agostino Bari vincente contro una oramai retrocessa Peugeot Benevento e giocarsi le ultime speranze di mantenere la categoria attraverso i play-out negli ultimi 80 minuti di regular season. Sconfitta pesante per l’Alcaro Group Catanzaro che ha perso 4 punti ampiamente alla propria portata in due gare consecutive contro le penultime della classe. Grazie alla vittoria di Capo d’Orlando sul campo del Ceglie, i giallo-rossi mantengono ancora l’ottava posizione in classifica ma ora non dovranno più sbagliare. Arrivando a pari punti, i pugliesi potrebbero vantare una differenza canestri favorevole: necessario sarà quindi mantenere l’attuale stacco nei confronti della MiaCard fino alla fine della regular season. Il calendario riserva ai giallo-rossi appuntamenti sulla carta più impegnativi rispetto a quelli dei diretti avversari ma è proprio nelle gare più difficili che i ragazzi di coach Restivo hanno saputo esprimersi al meglio. Non c’è tempo da perdere perché domenica prossima gli occhi di tutti gli appassionati calabresi di basket saranno puntati proprio su di loro che nell’arena del Pala Pulerà ospiteranno i cugini della Liomatic Viola RC galvanizzati dall’effervescente vittoria casalinga contro la Due Esse Martina Franca.

BASKET CLUB RAGUSA – ALCARO GROUP CATANZARO 76 – 59
(20-18, 37-29, 53-41)
RAGUSA: Terrana 12, Casale 10, Di Stefano ne, Blanda 3, Vani 13, Mammana ne, Sorrentino Andrea 11, Giordo 8, Spizzichini 19, Sorrentino Alessandro ne. Coach: Recupido
CATANZARO: Mlinar 22, Saccoccio 5, Di Marco 9. Fevola 8, Battaglia ne, Ippolito ne, Radovanovic 5, Candela 4, Cattani 6, Motta ne Coach: Restivo
ARBITRI: Marco Sestini di San Giovanni Valdarno (AR) e Leonardo Solfanelli di Livorno

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons