B Dil: E’ tempo di derby! Ecco Alcaro Group Catanzaro – Liomatic Viola RC

oggi come il 19 Dicembre scorso, anche se gli obiettivi sono chiaramente diversi. Differenti come i percorsi seguiti fino al momento dalle due massime espressioni del basket maschile calabrese, differente come il peso che i due punti in palio questa sera potrebbe avere nel paniere delle due formazioni. Partiamo dai padroni di casa. Se da una parte era palese per tutti il fatto che la Pallacanestro Catanzaro fosse chiamata, alla ripresa del campionato, ad un impegnativo rush finale con ben tre trasferte sulle quattro gare di calendario, dall’altro alta era la fiducia in un gruppo che si apprestava ad affrontare l’ultimo sprint stagionale avendo recuperato, anche se in maniera non ottimale, tutti i sette effettivi. In palio punti importanti per blindare un posto in griglia play-off, quello stesso posto diventato attualmente alquanto traballante dopo la doppia sconfitta, per certi versi inaspettata, rimediata contro Bari e Ragusa. Un’ottava posizione conservata ma con i giallo-rossi che iniziano a sentire pesante il fiato sul collo del Ceglie che, arrivando a pari punti, potrebbe vantare nei confronti dei calabresi il vantaggio della differenza canestri. Ad 80 minuti dal fischio finale di stagione, il calendario riserva un percorso più agevole ai pugliesi impegnati questa settimana sul campo del Bernalda e domenica prossima in casa contro un già retrocesso Benevento. Per l’Alcaro, oltre all’impegno di questa sera contro la Liomatic, ci sarà l’ultima trasferta in un infuocato Pala Losito di Corato. Per accedere ai play-off sarà necessario quindi inanellare una doppia striscia positiva o, in caso di sconfitta, tifare per i prossimi avversari della MiaCard. Ci si sarebbe aspettato questa sera di assistere ad un derby da spettacolo auspicando un impegno totale da parte di entrambe le squadre. Alla stregua di un girone fa quando coach Restivo, all’inizio di un calvario di infortuni infinito, affrontò la sfida del Pala Calafiore affidandosi ad una linea oltremodo “young”, resta il rammarico di non aver potuto preparare al meglio questo derby per vari motivi. A ciò va ad aggiungersi il peso, sempre più influente, che gli alti carichi di lavoro sostenuti nel corso della stagione dagli uomini in campo iniziano ad avere sulla forma anche di chi fino al momento non ha accusato particolari problemi. Stiamo parlando di Mathias Di Marco, playmaker capace di reggere per parecchio tempo 40 minuti filati in campo con un dispendio di energie notevole dal punto di vista fisico e mentale accollandosi molto spesso il compito di regista e tiratore. Affaticamento agli adduttori e mal di schiena per lui chiamato anche stasera a contrapporsi al pari ruolo Stefano Zampogna. Stesso affaticamento agli adduttori accusato da Bojan Radovanovic e ancora problemi alla Caviglia per Simone Candela che andranno a pesare sull’efficienza di un reparto lunghi che avrà il suo bel da fare a contrastare il poker di coach Fantozzi formato da Lorenzetti, Dalfini, Ruggeri e Grasso. Lotterà fino alla fine con un perdurante mal di schiena Pietro Saccoccio chiamato, con un ritrovato capitan Cattani, a dar prova di perizie balistiche contro l’ex di casa Daniel Ricci e DeGregori. L’arma in più di questa squadra potrebbe essere questa sera il gruppo e il pubblico, elementi determinanti fino al momento nelle gare interne dell’Alcaro capace, nel proprio campo, di rispedire al mittente anche le ambizioni di Capo d’Orlando e NB Campobasso. Ambizioni differenti dicevamo per le due formazioni. Se infatti i padroni di casa sono alla ricerca di punti per evitare i play-out, medesima situazione in casa nero-arancio dove però la vittoria servirebbe per lanciare ancor di più i reggini in classifica. I 36 punti di bottino permettono infatti agli uomini di coach Fantozzi di guardare tutto il resto della truppa dall’alto in basso. O meglio, quasi tutto. Un primato condiviso con Capo d’Orlando, un piazzamento troppo stretto per chi non ha mai fatto mistero dei propri obiettivi stagionali. Anche qui, per arrivare primi in classifica alla fine della regular season, non basterà contare solo sulle proprie forze ma si dovrà sperare in un passo falso degli uomini di coach Condello perché, arrivando a pari punti, la differenza canestri consegnerebbe la prima posizione ai siciliani. Il calendario riserva ai reggini una doppia sfida impegnativa in cui, dopo questa sera, Zampogna e soci affronteranno nell’ultima gara interna l’Accademia Britannica CB mentre per i paladini sono in programma la gara del Pala Fantozzi contro Francavilla e per finire la trasferta di Ragusa. Dopo la sconfitta, anche qui inaspettata, contro Bernalda, la Liomatic ha rilanciato le proprie ambizioni con la secca vittoria di domenica scorsa contro la diretta rivale Due Esse Martina Franca, una delle formazioni che, dopo l’arrivo dell’ex Catanzaro e Reggio Calabria Marcelo Dip, sta esprimendo il miglior basket del girone. Alcaro Catanzaro e Liomatic Reggio Calabria: due squadre che fanno della difesa la loro arma in più in ogni gara, anche a scapito delle soluzioni offensive. Primo posto per il reparto difensivo nero-arancio con soli 1543 punti subiti in 21 gare, quarta posizione per quello giallo-rosso con 1669. Rovesciando la classifica, l’attacco reggino si piazza al settimo posto, che condivide con la Chimica D’Agostino Bari, con 1709 punti segnati, solo undicesimo quello catanzarese con 1655 segnature. La settimana di avvicinamento al derby è stata scandita da comunicati stampa diramati dalle due Società con scambio di reciproca stima e apprezzamento, si spera preludio ad una bella serata di sport. Attesi da Reggio Calabria tanti tifosi nero-arancio che contribuiranno a creare un’atmosfera da “evento” in un Pala Pulerà che si preannuncia colmo oltre ogni misura. Solo qualche ora di attesa e poi tutto sarà pronto. Ultima partita casalinga di questa stagione per l’Alcaro Catanzaro in regular season, ultimi 40 minuti per dimostrare di esserci. Palla a due alle ore 18:00 con la direzione di gara affidata ai fischietti baresi Damiano Capozziello di Brindisi e Vito Modesto Stoppa di Polignano a Mare (BA).

Le altre gare della penultima giornata di campionato saranno Peugeot Benevento – Pasta Granoro Corato, Due Esse Martina Franca – Mens Sana Campobasso, Upea Capo d’Orlando – Soavegel Francavilla, Basilicata Melfi – Chimica D’Agostino Bari, Accademia Britannica Campobasso – Basket Club Ragusa e BBC Group Bernalda – MiaCard Basket Ceglie.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Foto: Fortunato Serranò per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons