B Dil: L’Alcaro Catanzaro cerca punti importanti a Ragusa

Proseguono dunque per i giallo-rossi gli impegni lontano dal Pala Pulerà in questo ultimo scorcio di stagione con Cattani e compagni impegnati, dalla ripresa del campionato, per ben tre volte su quattro fuori dalle mura amiche. Il prossimo impegno sarà appunto al Pala Padua dove i calabresi troveranno un agguerrito Basket Club Ragusa che, alla stregua della Chimica D’Agostino Bari, si gioca in questi ultimi minuti della stagione tutte le carte a disposizione. La sconfitta pugliese di sette giorni or sono, maturata allo scadere con una tripla di Rollo nell’ultima azione della gara, ha lasciato l’amaro in bocca ma è proprio da lì che l’Alcaro è ripartita per trovare pronto riscatto in terra siciliana. La pausa sembra aver portato un po’ di ossigeno all’infermeria catanzarese che, dopo un periodo di super affollamento, registra il passaggio degli atleti per affaticamenti di routine dovuti a strascichi precedenti e, considerate le limitate rotazioni a disposizione dell’allenatore, anche agli elevati carichi di lavoro sostenuti in passato. In settimana coach Restivo ha recuperato completamente capitan Cattani, utilizzato domenica scorsa solo per qualche minuto a causa di problemi accusati prima dell’inizio della partita ma non correlati all’infortunio che lo ha tenuto per tanto tempo lontano dal campo di gioco. Un affaticamento agli adduttori per Radovanovic e un leggero incidente di Candela durante gli allenamenti non hanno impedito però ai due di aggregarsi al resto della squadra nella lunga trasferta ragusana. In terra iblea servirà massima concentrazione per riuscire a strappare il terzo successo stagionale esterno per difendere, come detto all’inizio, l’ottava posizione dagli attacchi del Ceglie impegnato in casa contro Capo d’Orlando. Due le lunghezze che separano le due squadre in classifica con i pugliesi che, arrivando a pari punti dei calabresi, potrebbero vantare per un solo punto una differenza canestri favorevole negli scontri diretti (67-64 il risultato a favore del Ceglie nella gara di andata, 60-58 quello maturato a Catanzaro nel return match). A dare una rapida occhiata al calendario si nota però come questo riservi ai giallo-blu un rush finale sulla carta più abbordabile rispetto a quello dei calabresi: nelle ultime due gare di regular season infatti Ceglie sarà impegnata sul campo del Bernalda e in casa contro Benevento mentre domenica prossima l’Alcaro riceverà al Pala Pulerà la Liomatic Viola RC per poi concludere la prima parte di stagione in casa del Corato. A contendere la vittoria ai nostri, questa sera ci sarà un Basket Club Ragusa per nulla rinunciatario che, dal canto suo, deve fare i conti con la diretta rivale Chimica D’Agostino Bari, entrambe in penultima posizione con 12 punti. Un bottino che i siciliano hanno raggranellato quasi esclusivamente davanti al proprio pubblico vincendo cinque gare sulle sei totali della stagione nell’impianto del Pala Padua. Una sola vittoria negli ultimi sei incontri disputati è il magro bottino dei bianco-azzurri che nonostante il rientro del play Mattia Terrana (out per infortunio nella gara di andata) e l’arrivo di Stefano Spizzichini non sembrano essere riusciti a dare una significativa svolta al proprio cammino centrando nel girone di ritorno, fino al momento, due sole affermazioni (entrambe in casa contro Benevento e Bernalda) a fronte delle quattro del girone di andata. Un quintetto veloce trscinato dai fratelli Sorrentino (Alessandro e Andrea) ma non molto alto, quello visto a Catanzaro, che come tale soffriva molto a rimbalzo e le difese troppo fisiche. L’arrivo di Spizzichini ha portato un po’ di stabilità sotto canestro dove l’ex Consum Siena riesce a catturare una media di 8.3 rimbalzi/partita. “Un n. 5 che gioca però da n. 4 – il commento di coach Restivo – un ottimo giocatore che si trova a proprio agio nel tiro soprattutto da 2 punti”. I dati statistici dipingono il prossimo match tra Basket Club Ragusa e Alcaro Group Catanzaro come un duello tra il peggior attacco (1574 punti segnati) e la quarta peggior difesa (1722 punti subìti) dei ragusani contro la quarta miglior difesa (1593 punti subìti) del Catanzaro, la prima dopo quelle dell’attuale trio di vetta Capo d’Orlando, Reggio Calabria e Martina Franca. All’andata fu facile successo per i giallo-rossi che, dopo l’iniziale exploit degli ospiti capaci di chiudere il primo tempo avanti di 4 lunghezze, riuscirono ad affermarsi con il netto risultato di 76-58 suggellando quel periodo d’oro in cui la squadra calabrese era proiettata in seconda posizione in classifica alle spalle di Capo d’Orlando, Reggio Calabria e NB Campobasso. Ad un girone di distanza, l’Alcaro lotta per centrare un posto play-off e con questo spirito il pacchetto senior della squadra è partito ieri pomeriggio alle 14:00 per Ragusa. Gruppo che quest’oggi sarà raggiunto dal reparto under, rappresentato da Ippolito, Motta e Battaglia, impegnato ieri sera con la canotta Virtus nella vittoriosa gara di C Regionale contro la Pirrera Viaggi Castrovillari. Palla a due alle ore 18:00 sul parquet del Pala Padua, fischietti designati i Sigg.ri Marco Sestini di San Giovanni Valdarno (AR) e Leonardo Solfanelli di Livorno.

Nella terz’ultima giornata di campionato spicca il big match del Pala Calafiore tra Liomatic Viola RC e Due Esse Martina Franca; le altre gare in programma saranno Mens Sana Campobasso – Basilicata Melfi, Chimica D’Agostino Bari – Peugeot Benevento, Soavegel Francavilla – BBC Group Bernalda, Granoro Corato – Accademia Britannica Campobasso e Mia Card Ceglie – Upea Capo d’Orlando.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons