B Dil: L’Alcaro fa 1-0, giovedì la possibilità di chiudere la serie contro Cagliari

 Pesantissime le prestazioni del capitano Andrea Cattani (25 punti e 8 rimbalzi) e di Marko Mlinar (20 punti e 18 rimbalzi), rispettivamente miglior realizzatore e miglior rimbalzista della serata che hanno letteralmente trascinato la squadra verso la vittoria. Dal canto suo la Russo Cagliari, arrivata a Catanzaro solo in tarda mattinata di domenica, ha fatto quanto possibile per tenere testa ai padroni di casa riuscendoci fino alla fine del primo tempo ma subendo alla fine il divario tecnico nei confronti dei giallo-rossi. Decisiva la sfida sotto canestro dove i sardi, in partita senza Pedrazzini e Trevisan e con Villa Santa out al 14’ per un infortunio di gioco, hanno subìto un netto 41-27 nel dato relativo ai rimbalzi. L’avvio del match è di chiara marca Alcaro con i padroni di casa a segnare nei primi 3’ un perentorio 11-1. Le schiacciate di Candela e Mlinar e la tripla di Cattani mettono in affanno gli ospiti costretti a dover già ricucire un gap importante. Forse troppo rilassati, i catanzaresi iniziano a lasciare troppo spazio ai sardi che ne approfittano per piazzare un importante contro-break di 6-25. Il gioco della Russo Cagliari viaggia, in questo primo tempo e nel resto della partita, sull’asse Pintor-Puggioni. Il primo recupera palloni e realizza in velocità, il secondo fa valere i propri centimetri sotto canestro non disdegnando il tiro dall’arco. Sul 13-14, saranno infatti proprio tre sviste della difesa calabrese ad essere trasformate in altrettante triple in successione di Puggioni e Villa Santa che scavano parte di quel solco che alla fine del primo quarto si attesterà sulle 9 lunghezze (17-26). Al rientro in campo, Cagliari tocca il massimo vantaggio con la tripla di Lottatori scagliata sul suono della sirena (17-29). Da questo momento inizia la rimonta dei padroni di casa che ha come protagonista Mlinar e Di Marco. Proprio il play calabrese subisce fallo sul tiro perimetrale e dalla lunetta insacca un preciso 3/3 con cui porta la propria squadra sul 27-31 al 14’. Su un tiro errato di Pintor, Villa Santa e Mlinar lottano a rimbalzo. Ad averne la peggio è il n. 9 di coach Sassaro che rimedia un taglio sull’arcata sopraciliare ed è costretto ad abbandonare la contesa ed a ricorrere alle cure dei sanitari. Ancora Mlinar per il 29-31 poi Catanzaro fallisce con uno 0/3 al tiro dalla distanza la possibilità di riportarsi in vantaggio. Dall’altra parte sempre Mlinar ferma con una stoppata da top ten Miculan e dopo un botta e risposta permette a Cattani di realizzare il 31-31 della parità. Il capitano giallo-rosso continua a lottare trascinando la propria squadra e realizza l’elegante 33-31 seguito da Fevola per il +4 Catanzaro (35-31). La Russo non si arrende e trova in Villani e Puggioni lo 0-5 con cui riesce a ricucire il seppur minimo vantaggio locale (35-36), break prontamente controbilanciato da Cattani e Radovanovic che chiudono la prima parte di gara sul 40-36 con un secondo decisivo parziale di 23-10. Mentre le squadre si recano negli spogliatoi, si scorge proprio Radovanovic uscire dal campo sorretto dall’assistant coach Antonio Ceroni per il riacutizzarsi del suo fastidioso mal di schiena. Primi 20’ in cui ha pesato la netta precisione al tiro da 2 pt dell’Alcaro (15/19 contro 6/15 del Cagliari) bilanciato dalle minori realizzazioni dal perimetro (2/14 nel tiro da 3 pt del Catanzaro contro 6/10 della Russo). I primi 7’ della ripresa sono sostanzialmente equilibrati con le formazioni a ribattere colpo su colpo. Al 27’, sul risultato di 51-50, il decisivo allungo dei padroni di casa firmato da Radovanovic e da un’incontenibile Cattani che con un 7-0 si portano sul +8 (58-50). Chessa diminuisce le distanze (58-52), poi l’1/2 dalla lunetta di Di Marco e Puggioni lasciano invariato lo stacco quando la sirena risuona nel Pala Pulerà per la terza volta (59-53). In avvio di ultimo quarto, Cagliari si riavvicina con Puggioni sul 59-55 ma mai in modo realmente pericoloso. Cattani, Mlinar, Fevola e Di Marco riescono a staccare gli avversari arrivando anche sul +10 (69-59) fino al 2/2 del capitano dalla lunetta ribattuto da Solla che chiude la contesa sul 73-64. Vittoria più che meritata per i ragazzi di coach Restivo che incassano il primo pesante punto della serie e tenteranno ora di chiudere la stagione già giovedì prossimo sul campo del Pala Rockefeller di Cagliari dove alle ore 21:00 andrà in scena gara 2 di questo primo turno play-out.

ALCARO GROUP CATANZARO – RUSSO CAGLIARI 73-64

(17-26, 40-36, 59-53)

CATANZARO: Cattani 25, Di Marco 12, Mlinar 20, Saccoccio, Candela 6, Radovanovic 4, Fevola 6, Scuderi ne,Ippolito ne,Carella ne. Coach: Antonello Restivo

CAGLIARI: Puggioni 24, Pintor 12, Villani 7, Chessa 5, Villa 7, Biggio 4, Lottatori 3, Solla 2, Miculan, Atzeni ne. Coach: Alessandro Sassaro

ARBITRI: Corrado Isimbaldi di Briosco (MI) e Fiora Acquaviva di Milano

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons