B Dil: L’Alcaro Group Catanzaro non riesce a fermare la capolista, ottava vittoria del NB Campobasso

I calabresi hanno giocato contro  la forte capolista affrontando una delle trasferte più lunghe e difficili della stagione ma nonostante ciò non hanno mai accusato uno stacco plateale riuscendo ad inseguire da vicino gli avversari fino al 30’. Domenica sera è mancato qualcosa ai giallo-rossi, quel “qualcosa” che li rende sicuri e imbattibili davanti al proprio pubblico ma non li accompagna, eccezion fatta per la trasferta di Francavilla, lontano dal Pala Giovino; se a ciò si aggiunge qualche errore banale in dirittura di arrivo si spiegano i 9 punti di scarto fra le due squadre nel finale di gara. L’avvio di partita al Pala Vazzieri fa registrare tanti errori da entrambi i lati; ad ogni canestro mancato corrisponde una lotta a rimbalzo per sfruttare ogni possibile possesso palla. E’ Mlinar a sbloccare questa situazione dopo oltre 2’ subito riagganciato da un canestro da sotto di De Falco (2-2). Si segna poco e lo si fa soprattutto in casa Nuovo Basket Campobasso che arriva al massimo vantaggio del periodo al 5’ (10-4). Le difese sbarrano la strada verso il canestro e così si prova dal perimetro dove però le due squadre trovano poca fortuna con tentativi falliti a ripetizione da parte di De Falco, Sergio L. e Saccoccio. In questo primo tempo Catanzaro riesce ad affiancare gli avversari per ben due volte: dapprima con Cattani chiamato in lunetta da fallo di De Angelis (12-12) poi con Fevola che risponde dalla linea dei 6.75 alla tripla della stessa ala molisana (15-15). Nel finale di tempo i padroni di casa trovano in Di Stazio l’uomo del primo parziale vantaggio (17-15).  Nel secondo quarto le cose non cambiano con le due squadre che ribattono colpo su colpo. Ancora De Angelis segna il +4 dei molisani (19-15) ma uno 0-5 della premiata ditta Mlinar e Radovanovic (che dimostra di trovarsi nuovamente a proprio agio in qualsiasi parte del rettangolo di gioco) permettono ai calabresi di portarsi avanti (19-20). Gandini segna da 3 ma Cattani da sotto riporta il match in parità (22-22) prima che un 4-0 personale di De Falco ristabilisca una certa distanza fra le due squadre (26-24). Nessuna delle due formazioni riesce a scappare. Radovanovic tiene testa a Di Stazio (28-27), Mlinar a Torresi Lelli (30-29) finchè Fevola da sotto riporta sul +1 gli ospiti (30-31). Ultimi minuti in cui Salamina, Sergio L. e Gandini controbattono a Saccoccio e Fevola permettendo ai molisani di andare negli spogliatoi con tre punti di vantaggio (38-35).  Al rientro l’Accademia Brittanica spinge sull’acceleratore e lo fa confezionando un tris di triple di marca Salamina, B. Sergio (recuperato da coach Montemurro per questa gara) e L. Sergio che fanno registrare per la prima volta un significativo vantaggio dei padroni di casa al 24’ (47-39). Cattani ci mette una pezza (47-43) ma i bianco-blu sembrano inarrestabili dal perimetro dal quale ancora i fratelli Sergio (Luigi e Biagio) colpiscono ripetutamente la retina avversaria per il 55-46 al 26’. In un minuto Mlinar e Fevola riescono a riprendere in mano l’inerzia del match arrivando al 27’ sul 57-53, risultato che non cambierà per i restanti 3’ in cui ci saranno solo errori e  tentativi mancati da entrambe le formazioni. E’ questo in pratica l’ultimo momento di sostanziale equilibrio fra le due squadre perché nell’ultima frazione Campobasso andrà ad aumentare via via il proprio vantaggio portato per la prima volta in doppia da Torresi Lelli a metà tempo sul 69-59. Negli ultimi minuti decisive saranno le numerose gite in lunetta che vedranno protagonista un Salamina che proprio in questo frangente scriverà il suo 7/8 ai liberi. Finisce 81-72 ma all’Alcaro Catanzaro resta perlomeno la consapevolezza di essere riuscita a tenere testa per 30’ della gara ad un avversario che ha trovato una serata migliore al tiro dalla distanza (32% contro il 22% dei calabresi) ma soprattutto ha giocato con maggiore concentrazione (e a tal proposito valgano le 8 palle perse dei molisani contro le 19 dei giallo-rossi). Quattro uomini in doppia per coach Montemurro: Salamina (18), Sergio L. (15), De Angelis (14) e De Falco (10); lo stesso dicasi per coach Restivo con Mlinar ancora miglior realizzatore della serata (19 punti realizzati, 14 rimbalzi catturati e 32 di valutazione finale), Cattani (18), Fevola (11) e Radovanovic (10).

Come detto in apertura, complice la sconfitta della Viola RC sul campo del Ceglie, l’Accademia Britannica Campobasso si gode con 16 punti il solitario primato in classifica mentre l’Alcaro Group Catanzaro viene raggiunta in terza posizione dal Melfi vittorioso contro Corato. Ora coach Restivo e tutto il suo gruppo saranno attesi da un rush finale tutto casalingo prima della pausa natalizia: il calendario infatti riserva loro il doppio impegno al Pala Pulerà contro Bari e Ragusa, mentre il 19 Dicembre l’appuntamento che tutti gli appassionati di basket calabrese stanno aspettando sarà lo scontro tra le due massime espressioni della pallacanestro regionale con la Liomatic Viola RC che ospiterà l’Alcaro Group Catanzaro nella gara di andata di questa stagione sportiva 2010/2011.    

Questo il tabellino della partita:

ACCADEMIA BRITANNICA CAMPOBASSO – ALCARO GROUP CATANZARO 81-72
(17-15; 38-35; 57-53)
CAMPOBASSO: Torresi Lelli 9, De Angelis 14, Sergio B. 6, Sergio L. 15, Salamina 18, Gandini 5, Facci ne, Sorrentino ne, Di Stazio 4, De Falco 10. Coach: Gianni Montemurro
CATANZARO: Saccoccio 4, Mlinar 19, Di Marco 6, Fevola 11, Radovanovic 10, Candela 4, Cattani 18, Scuderi, Carella ne, Ippolito ne. Coach: Antonello Restivo
ARBITRI: Vito Rinaldi di Salerno e Biagio Napolitano di Acerra (NA)

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons