B Dil: Un’Alcaro Catanzaro rimaneggiata affronta la vice capolista Francavilla

CATANZARO– Si gioca questo pomeriggio la seconda giornata della fase di ritorno del campionato di serie B Dil – girone D. A scendere sul parquet del Pala Pulerà ci sarà la vice capolista Soavegel-Nuovarredo Francavilla di coach Olive, altra squadra dopo quella di Benevento a presentarsi all’appuntamento con i giallo-rossi dopo un restyling di sicuro effetto. Due i cambi rispetto alla gara di andata: a fine Ottobre sulla squadra pugliese si è abbattuta la tegola dell’infortunio di Romeo Trionfo costretto ad uno stop di sei mesi per la rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro. Al posto dell’ala piccola, ad inizio Novembre, è arrivato Antonio Labate, guardia classe ’77, alla nona presenza in canotta bianco-azzurra che viaggia ad una media di 8.4 punti/partita. Altro reparto, altro cambio. Il 25 Novembre scorso la Società del presidente Bianco ha comunicato di aver rescisso in maniera consensuale il contratto con Salvatore Orlando, pivot accasatosi a Molfetta. Qualche giorno più tardi, in una sorta di scambio, proprio dalla Virtus è arrivato un altro pivot, Lorenzo Di Marcantonio, questa sera alla sua sesta presenza agli ordini di coach Olive con 11.5 punti e 6.3 rimbalzi di media a partita. Un doppio cambio che sembra aver portato bene alla squadra pugliese protagonista di un avvio di campionato opaco con due sconfitte nelle prime due gare disputate, la seconda delle quali proprio ad opera dell’Alcaro Catanzaro. Da allora però la compagine bianco-azzurra, all’esordio nella categoria, ha saputo trovare i giusti ritmi operando una scalata di classifica e chiudendo il girone di andata in quarta posizione con 16 punti. La vittoria nel turno scorso contro la Liomatic Viola RC ha incrementato questo bottino con cui la Soavegel consolida ora la quarta posizione nel ranking ma seconda a punti appaiata al NB Campobasso e dietro la coppia Reggio Calabria/Capo d’Orlando. Secondo posto, 1030 punti fatti e 1015 subìti, sei vittorie consecutive (tre delle quali negli scontri diretti contro le tre teste di serie Liomatic, Upea e Accademia Britannica) e la determinazione di riprendersi quei due punti lasciati agli avversari nella gara di andata sono il biglietto da visita degli uomini di coach Olive in trasferta a Catanzaro. Alcaro che, da parte sua, è stata l’unica squadra a violare la tana dei bianco-azzurri conquistando nella seconda giornata di campionato la prima ed unica vittoria lontano dal Pala Pulerà. In quella gara, dopo aver condotto nel primo quarto, Cattani e compagni subirono un ritorno degli avversari nelle fasi centrali del match ma non accusando mai passivi importanti e sfruttando poi un ultimo periodo da manuale per regalarsi e regalare ai propri tifosi un’affermazione lontano dalla Calabria che mancava da troppo tempo. Ma, come più volte detto, anche i giallo-rossi affrontano ora questa seconda fase con un organico molto rimaneggiato rispetto a quello del girone di andata e i cui risultati sono palesi con la formazione catanzarese  scivolata, con tre sconfitte consecutive, dal quarto al nono posto in una classifica peraltro molto corta. Coach Restivo non ha purtroppo potuto registrare miglioramenti rispetto alla settimana scorsa. Nell’incontro di Benevento consolante è stata la buona prova in attacco di Mlinar dopo un lungo periodo di infortunio anche se molto l’atleta catanzarese ha permesso in difesa concedendo a Lombardo di diventare letale al tiro. Questa settimana però il n. 7 è stato bloccato da un attacco febbrile che l’ha costretto a saltare tutte le sedute di allenamento. Stessa sorte per l’altro lungo. Bojan Radovanovic è stato colpito da attacco febbrile già nella gara di domenica scorsa anche se in settimana è riuscito a svolgere la preparazione. Così con Cattani e Carella ancora non disponibili, coach Restivo non è stato nelle condizioni di testare un 5vs5, eccezion fatta per l’amichevole di giovedì contro il Cosenza dove peraltro ha potuto schierare solo 3/5 del quintetto, vale a dire Di Marco, Candela e Radovanovic. Assenti infatti sono stati Fevola e Saccoccio, quest’ultimo alle prese con una fastidiosa infiammazione del tendine d’achille. Situazione non confortante quindi che lascerebbe spazio tra i convocati di questa sera ancora una volta ai giovani Motta e Battaglia. Il condizionale è d’obbligo perché in contemporanea si giocherà la gara di C Regionale tra Aspi e Virtus: probabile quindi sarà la presenza di Cattani tra i dieci in panchina, anche se non schierabile, e l’utilizzo di Motta nella gara di Polistena. Appuntamento questa sera alle ore 18:00 per il primo impegno del doppio turno interno casalingo (il prossimo sarà contro la Due Esse Martina Franca) con la direzione di gara affidata ai Sigg.ri Biagio Baccillieri di Reggio Calabria e Rosario Parisi di Piazza Armerina (EN) che, come da disposizioni del presidente FIP Dino Meneghin, faranno osservare prima del fischio d’inizio un minuto di silenzio in ricordo dello scomparso Pino Brumatti, giocatore simbolo dell’Olimpia Milano degli anni ’70, fra le altre cose insignito nello scorso Giugno dell’Italia Basket Hall of Fame, il più alto riconoscimento federale.

Le altre gare in programma nella 15^ giornata di campionato saranno Liomatic Viola RC-Chimica d’Agostino Bari, Due Esse Martina Franca-Basilicata Melfi, UPEA Capo d’Orlando-Mens Sana Campobasso, Accademia Britannica CB-MiaCard Ceglie, BBC Group Bernalda-Peugeot Benevento e Basket Club Ragusa-Pasta Granoro Corato.

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons