B Dil: Vittoria play-off per l’Alcaro Catanzaro, battuta la MiaCard Basket Ceglie

ultimo gradino della griglia play-off. L’avversario di turno sceso sullo Jonio risponde al nome di MiaCard Basket Ceglie, ovvero la formazione che alla vigilia della 20^ giornata di campionato contendeva proprio ai giallo-rossi quella posizione che ora i ragazzi di coach Restivo occupano in solitaria. Catanzaro, come oramai da tempo, arriva all’appuntamento alquanto “incerottata” e combatte per quasi l’intero match con il solito quintetto composto da Di Marco, Saccoccio, Fevola, Candela e Radovanovic. La novità domenica sera è stata rappresentata dal rientro di Mlinar, sul campo per 17’, anche se ancora in evidente ritardo di forma. Qualche acciacco fisico di troppo anche per i giallo-blu, come confidato dallo stesso coach Binetti in sala stampa, bravi comunque durante tutto l’arco dell’incontro a reggere il ritmo degli avversari senza mai permettere loro la fuga definitiva. Presenti soprattutto in area, dove hanno realizzato 48 dei 58 punti totali e catturato 34 rimbalzi a fronte dei 23 di Catanzaro, i pugliesi hanno però dimostrato evidenti pecche nel tiro dalla distanza scrivendo uno zero nella casella dei 3 pt (0/11 i tentativi di De Bellis e compagni) e nelle palle perse (25 contro le 20 dell’Alcaro). Al fischio della coppia arbitrale, gli ospiti scendono in campo con De Bellis, Chirico, Consoli, Brunetti L. e Faggiano. L’avvio è tutto per un Danilo Fevola da “favola”, nonché mvp del match, che con 8 punti consecutivi, tra cui due triple, porta subito i padroni di casa sull’8-4. De Bellis e Radovanovic portano acqua ai rispettivi mulini poi Chirico subisce fallo proprio dal n. 12 giallo-rosso ma in lunetta realizza solo 1/2 portando i suoi ad un solo punto di stacco dagli avversari (10-9). Un break di 5-0 a firma di Radovanovic e di uno stoico Saccoccio, in campo malgrado un doloroso mal di schiena, si traduce nel primo mini-vantaggio della serata per i locali (15-9). Si va avanti tra un botta e risposta di Marinelli-Chirico contro uno scatenato Candela che realizza tutti i punti del Catanzaro fino alla fine del primo quarto. Sul 18-15, Marinelli perde palla recuperata prontamente da Di Marco che serve a Candela la ghiotta opportunità della tripla che chiude la prima frazione sul 21-15. Al rientro in campo, l’Alcaro paga la difesa morbida permettendo agli avversari di recuperare lo svantaggio. Ospiti a segni con Faggiano, Motta e doppio canestro di Chirico che elude il reparto difensivo giallo-rosso trascinando i suoi in perfetta parità: 23-23 al 14’. Di Marco perde palla, Chirico la recupera e De Bellis serve un preciso assist per Motta che porta per la prima volta la MiaCard  in vantaggio (23-25). A seguire Fevola, autore di un’ottima prestazione nei primi 20’ in cui realizza ben 12 dei suoi 15 punti finali, e una tripla Di Marco consentono ai giallo-rossi di chiudere a metà gara con un punto di vantaggio sul Ceglie (30-29).  Nel terzo quarto Catanzaro dimostra di soffrire la presenza a rimbalzo di Marinelli: 6 quelli catturati dal n. 19 di coach Binetti nei terzi dieci minuti, tre dei quali capitalizzati in altrettanti canestri. In avvio di quarto Candela, miglior realizzatore della serata, firma un altro mini vantaggio. Prima segna il canestro del 32-29, poi subisce fallo su tiro da 3 pt ma ne realizza solo 2/3 sufficienti comunque per portare l’Alcaro sul +5 (34-29). Motta accorcia sul 34-31 poi inizia lo show di Marinelli che trasforma un rimbalzo su tiro errato dello stesso Motta nel 34-33. Idem qualche minuto più tardi quando risponde a Radovanovic trasformando un rimbalzo su suo stesso tiro errato nel 36-35. Le due squadre giocano sempre punto a punto fino al 38-37. L’Alcaro tenta di stabilire una certa distanza con gli avversari, vantaggio che però non ha lunga vita. In 2’ Radovanovic, Candela e Fevola lasciano i pugliesi a guardare mentre firmano il 6-0 che vale il 44-37. Ma ancora una volta Ceglie, nonostante la serata disastrosa al tiro dalla distanza, recupera tutto lo svantaggio arrivando a 2:18” dal suono della terza sirena sul 44-44. Di Marco si inventa 5 punti consecutivi, Marinelli segna catturando l’ennesimo rimbalzo dopo un tentativo di Chirico e sul finire  l’1/2 di De Bellis dalla lunetta fissa il terzo parziale sul 49-47. Ultimo tempo all’insegna del perfetto equilibrio. Fevola allunga sul +4, poi lo 0-4 di Brunetti e De Bellis, che recupera palla su Mlinar, riportano la parità: 51-51. Catanzaro sembra svegliarsi con Di Marco che prende per mano la squadra e Saccoccio che regala a tutti i presenti la tripla del 58-51 facendo letteralmente saltare in aria la panchina giallo-rossa. Gli ultimi minuti sono forse i più concitati dell’intera stagione. Catanzaro allenta il ritmo subendo proprio in dirittura d’arrivo il ritorno dei giallo-blu che con un parziale di 0-6 si riportano ad una incollatura dai padroni di casa: 58-57. Marinelli sbaglia da sotto, Faggiano recupera il rimbalzo ma subisce fallo da Radovanovic che a bonus già raggiunto manda il n. 9 in lunetta dove realizza però solo una delle opportunità a sua disposizione. 58-58 ad un minuto dal termine. La palla della vittoria è nella mani di Candela che realizza subendo fallo da Chirico. Dalla lunetta però sbaglia il possibile gioco da tre facendo correre l’ultimo brivido sulla schiena dei tifosi presenti al Pala Pulerà quando Faggiano in prossimità della sirena si gioca le ultime chance con la tripla della possibile vittoria. La fortuna sorride però all’Alcaro con la palla che non centra il canestro e regala due importantissimi punti ai giallo-rossi di coach Restivo. Il tabellone luminoso segna alla fine dei 40’ regolamentari 60-58, risultato sufficiente a proiettare nuovamente la Pallacanestro Catanzaro in una posizione play-off anche se la differenza canestri rimane a favore della MiaCard Basket Ceglie vittoriosa nella gara di andata con tre punti di differenza. Anche domenica sera coach Restivo ha ottenuto il massimo dal proprio starting five che ha realizzato 58 punti sui 60 totali e ha catturato 20 rimbalzi sui 23 di fine gara. Più eterogenea invece la prova dei giallo-blu tra i quali ha inciso in particolar modo la prova di un Marinelli partito dalla panchina e rivelatosi miglior rimbalzista della squadra con 10 punti e 12 rimbalzi catturati.  Ora l’Alcaro Catanzaro attende con ansia la pausa del 19 Marzo utile per recuperare i numerosi infortunati che a vario titolo sgomitano in infermeria ma che ugualmente ogni domenica lottano fino alla fine per risalire la china. Nel frattempo non bisogna perdere la concentrazione. Ad attendere i giallo-rossi ci sarà infatti il doppio turno contro le rappresentanti molisane con il viaggio in casa della Mens Sana domenica prossima e l’Accademia Britannica a Catanzaro fra due settimane. Ma a questo ci si penserà domani. Ancora oggi meritato riposo per tutta la truppa giallo-rossa che si riunirà mercoledì agli ordini di Antonio Ceroni mentre “papà” Antonello Restivo si godrà per qualche ora in più il piccolo Mattia in quel di Cagliari.

ALCARO GROUP CATANZARO – MIACARD BASKET CEGLIE 60-58

(21-15, 9-14, 19-18)

CATANZARO: Di Marco 12, Fevola 15, Radovanovic 9, Candela 17, Saccoccio 5, Mlinar 2, Ippolito, Pulinas ne, Scuderi ne, Battaglia ne. Coach: Antonello Restivo

CEGLIE: Chirico 11, De Bellis 9, Faggiano 12, Brunetti L. 4, Consoli 1, Marinelli 10, Motta 11, Marra, Brunetti R., Pezzarossa ne. Coach: Francesco Binetti

ARBITRI: Corrado Isimbaldi di Briosco (MB) e Fabio Asnaghi di Cantù (CO)

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons