B Femminile: L’Indomita di scena a Messina contro l’Odisseus

 Dopo il San Matteo, il calendario riserva quindi alle bianco-azzurre un altro viaggio in terra peloritana contro un avversario sulla carta più abbordabile rispetto al precedente. Le giovani messinesi, guidati da coach Giusy Ardizzone, pur essendosi affacciate alla loro prima stagione in serie B regionale con l’obiettivo dichiarato della salvezza, sono riuscite fino al momento a conquistare solo quattro punti frutto delle vittorie contro la diretta concorrente Lu.ma.ka nella 7^ di campionato e, a sorpresa, in casa dell’Elefantino CT nella 1^ di ritorno. Non è bastata per ora l’esperienza di giocatrici come Currò e Arigò per evitare alle messinesi la penultima posizione in classifica staccate di ben 6 lunghezze dalla zona salvezza. All’andata fu larga e facile vittoria per le calabresi che archiviarono la pratica Odisseus con il risultato di 95-55. Inesperienza, mancanza di centimetri sotto canestro e un’oggettiva inferiorità tecnica costrinsero le ragazze di coach Ardizzone a subire il pesante finale potendo contare, a livello offensivo, principalmente sulla coppia Arigò (22)-Currò(11), autrici di 33 punti sui 55 di squadra a fine partita. In quella gara l’allora coach Righini riuscì a far tenere il campo a quasi tutte le ragazze del roster fra cui si distinse, all’interno di un’ottima prestazione corale, un’assoluta Dublo autrice di ben 36 punti. Ad un girone di distanza, le bianco-azzurre hanno perso il primato consolidato proprio in quella gara e conservato al momento solo dall’Azzurra Patti che guida la classifica con 22 punti. Le catanzaresi si trovano un gradino più in giù, a quota 18, in compagnia proprio del San Matteo il cui incontro di domenica scorsa ha lasciato non pochi strascichi in seno alla Società. Dal sito internet del Comitato FIP Sicilia si apprende infatti che a seguito degli episodi avvenuti durante il match contro il San Matteo, la Società calabrese ha subito un’ammenda per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri, la squalifica per una gara delle atlete Silvia Esposito Vivino, Giuseppina Amendola e Nicoletta Siciliano per comportamento offensivo nei confronti degli arbitri e deplorazione nei confronti di Daniela Dublo per comportamento scorretto nei confronti degli avversari non in fase di gioco. Provvedimenti che vanno a colpire quattro fra le atlete più rappresentative dell’Indomita che dovrà ora decidere se far scontare le squalifiche o commutarle in ammende pecuniarie. “Nonostante ciò – afferma coach Melissari – la squadra ha vissuto una settimana abbastanza serena. Purtroppo però, causa le solite assenze, abbiamo dovuto saltare la seduta di allenamento del mercoledì concentrando così il lavoro nell’appuntamento del martedì, sostenuto al completo, ed in quello di questa sera. A Messina inoltre dovremo fare a meno di Antonella Galati, assente per motivi professionali.” Anche la direzione dell’incontro tra Odisseus e Indomita, anticipato alle 15:30 al Pala Russello di Messina, sarà in rosa e affidato alle Sigg.re Veraelisa Guarrera di Riposto (CT) e Lucia Barbagallo di Aci Sant’Antonio (CT).

Al sabato due saranno gli anticipi di questa 14^ giornata: alle 17:30 la Raibow CT affronterà la Cestistica Ragusa in una gara fra due squadre in cerca di punti importanti per rientrare nelle prime sei posizioni e alle 19:30 l’Azzurra Patti difenderà il proprio primato contro la terribile Trogylos Priolo in scalata verso le zone altissime della classifica. Domenica alle 18:00 la Lazur CT ospiterà il San Matteo che, a risultato della sfida tra Odisseus e Indomita già acquisito, cercherà di difendere la seconda posizione in classifica e a seguire, alle 18:30, l’Otium affronterà l’Elefantino CT. Riposerà la Lu.ma.ka RC.

Nel prossimo turno di tutti i campionati, inoltre, su disposizione del Presidente della FIP Dino Meneghin sarà osservato un minuto di silenzio in memoria di Cesare Rubini.

 Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons