B Femminile: L’Indomita non brilla ma vince e conferma la vetta del girone

nel dopo partita di domenica  sera, dichiarazioni abbastanza esplicative sulla prestazione della squadra bianco-azzurra nel match contro la Rainbow Catania che ha sancito il ritorno di capitan Amendola e compagne in campo dopo quasi un mese di assenza. Ma anche testimonianza che l’allenamento costante è l’unico modo per migliorare e mantenere lo stato di forma che ha permesso alla squadra calabrese di attestarsi in vetta al girone praticamente fin dalla gara d’esordio stagionale. L’Indomita arriva al primo appuntamento di questo 2011 con metà roster che ha risentito di attacchi influenzali e febbrili, fattore che assieme ad indisponibilità di vario titolo non ha permesso al coach catanzarese di dirigere opportune e frequenti sedute di allenamento. Naturale quindi pensare ad un calo post-festivo dal quale ora la squadra dovrà riprendersi nel più breve tempo possibile. La Rainbow, dal canto suo, affronta la trasferta di Catanzaro in cerca di una vittoria che possa permetterle di riagganciare la zona promozione dopo una prima parte di campionato vissuta tra alti e bassi. Al fischio della coppia arbitrale, coach Cimellaro schiera Gambino, Ferlito, Messina, Indorato e Grosso mentre nello starting five delle locali la novità è rappresentata da Valentina Fregola che affianca Esposito, Pessolano, Dublo e G. Coluccio. Il primo tempo è una gara a chi sbaglia di più. Poche energie in campo, spese soprattutto in una difesa che limita soluzioni efficaci in attacco da ambo le parti. 9-6 il parziale dopo i primi 10’ con Dublo e Coluccio a segno per l’Indomita e Ferlito, Gambino e Indorato per le siciliane. Al rientro i ritmi iniziano ad aumentare. Le ragazze siciliane riescono a rimanere in partita ancora per 4’ poi l’Indomita inizia via via a prendere il largo accumulando nella fase centrale dell’incontro un rassicurante vantaggio che permetterà alla squadra calabrese di gestire in modo abbastanza tranquillo l’ultima frazione.  Le etnee sono guidate dal capitano Ferlito, autrice di 27 punti sui 48 totali di squadra, e proprio grazie alla tripla della n. 5 rosso-blu riescono a restare in scia delle avversarie (15-12 a 6:40” dalla fine). Poi le calabresi iniziano a sfruttare la velocità di Pessolano, in partita anche se dolorante per un colpo allo sterno accusato in amichevole, e la presenza fisica di Fregola per realizzare un break di 8-1 che costringe coach Cimellaro a richiedere time-out sul punteggio di 23-13. Al rientro è ancora la bionda argentina a far incrementare il vantaggio delle padrone di casa e doppiare le avversarie (26-13). Poi però è costretta ad abbandonare la contesa per un colpo al ginocchio rimediato in gara e la difesa inizia a risentirne subendo un contro parziale di 0-6. La Gambino realizza 4 punti consecutivi, Ferlito approfitta di una svista difensiva catanzarese, ruba palla e segna il 26-19. Giusto il tempo affinché la difesa bianco-blu riesca a riorganizzarsi permettendo di chiudere all’intervallo lungo sul 31-19. E’ però nel terzo tempo che l’Indomita sancisce il definitivo allungo sulle avversarie concedendo loro di realizzare solo 6 punti. Emblema di questa fase è sicuramente G. Coluccio, venuta fuori alla distanza, implacabile nello stoppare le avversarie e autrice a fine gara di 15 punti. Al 30’ il tabellone segna 47-25. Nell’ultimo quarto le ragazze di coach Righini lasciano più spazio alle avversarie che guidate dalla solita Ferlito riescono quanto meno ad aggiudicarsi l’ultimo parziale (14-23) e rosicchiare qualche punto di svantaggio che alla sirena finale si attesterà comunque sulle 13 lunghezze (61-48). La concomitante sconfitta dell’Elefantino CT ad opera del Trogylos Priolo permette alla Rainbow di non discostarsi molto dalle posizioni di promozione mantenendo invariato lo stacco nei confronti della sesta classificata. Per l’Indomita, invece, vittoria frutto sicuramente di una non brillante prestazione ma comunque molto solida perché aggiunge un altro tassello al cammino della squadra calabrese che risponde in questo modo al successo dell’Azzurra Patti (vincente nell’anticipo del sabato contro la Lu.ma.ka RC) e mantiene la vetta della classifica. Coach Righini spera ora di poter avere tutte le atlete a disposizione per gli allenamenti della settimana in cui preparare la difficile e lunga trasferta sul campo del Trogylos Priolo in programma sabato prossimo alle ore 19:00.

INDOMITA CATANZARO – RAINBOW CATANIA 61-48

(9-6, 31-19, 47-25)

INDOMITA CATANZARO: Galati, Astorino 1, Pessolano 9, Szafran n.e, Coluccio G. 15, Dublo 17, Amendola 2, Carbonari n.e., Siciliano 2, Fregola 4, Esposito 11. Coach: Righini

RAINBOW CATANIA: Ferlito 27, Gambino 8, Borzì, Messina, Grosso, De Lucia, Pappalardo 4, Indorato 3, Saporito 4, Catrini 2. Coach: Cimellaro

ARBITRI: Francesco Avila di Reggio Calabria e Roberto Viglianisi di Villa San Giovanni

Maria Rosa Taverniti per reggioacanestro.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons