Basket & Arte

 

 

Dopo una giornata intense di votazioni, commissione e pubblico hanno deciso.

E’ il David di Pasticcino il più bel “capolavoro” della nostra rubrica 2014 Basket & Arte.

Barreca completa una stagione da urlo dopo la promozione in Dnc con il Villa San Giovanni arriva anche un titolo simbolico che accompagna, ormai da tante settimane gli sfondi digitali di tanti appassionati di basket.

Basket & Arte

 

 

Come si vince un campionato? Semplice: con un tocco di magia.

Per carità: servono anche ottimi giocatori, forte spirito di squadra e di condivisione, una dirigenza preparata, un appassionato presidente, una calorosa tifoseria, UN PALAZZETTO (non ci stancheremo mai di segnalarlo… sperando questo sia l’anno buono) ma tutto questo sarà inutile se in panchina non c’è quel non so che di prestirigirigirizzazione, se non c’è un uomo al timone che fa “guardami….. guardami… adesso io farò il conto alla rovescia e tu ti sveglierai… guardami…. guardami….. 3 ………… 2 ………………… C1………. SVEGLIA!!!!!!! Sei in C1”

Ringraziamo come di consueto il protagonista di questa settimana: the sheriff Eugenio Dattola e complimenti a tutta la formazione di Villa San Giovanni per la straordinaria promozione in C1….. adesso avanti con questo palazzetto.

Basket & Arte

 

 

Basket & Arte replica la copertina del grande successo degli anni 80 di Lorenzo Jovanotti.

Basket & Arte

 

 

Ancora Michelangelo, per immortalare due innocenti “giovani” cherubini sbarbatelli.

Basket & Arte

 

 

C’era da sospettarlo, Pasquale Favano, col suo fiuto infallibile, aveva intuito qualcosa: “stu figghiolu non è normali”.

Domenica sera, in una nota pizzeria reggina, dopo la vittoria con Matera lo abbiamo visto così…. giunte le 6 del mattino, tutti gli altri devastati, lui invece era ancora sul tavolo a ballare… non è umano!!!

 

Ringraziamo un super simpaticissimo Diego Monaldi.

Grafica by Amodeo’s Studio Universal Picture

Basket & Arte

 

 

Giuseppe Garibaldi, eroe del Risorgimento, partì dal Sud per unificare l’Italia sotto un’unica bandiera.

 

E come il rosso generale divenne celebre per il suo indomito spirito condottiero, un altro ROSSO patriota si distingue per il suo eroismo tanto da potersi definire anch’egli “eroe dei 2 mondi”.

Si esatto, due mondi: quello maschile dove stoicamente ha sacrificato una caviglia per portare la sua squadra alla prima, tanto desiderata vittoria in campionato… e quello femminile dove, da coach, ha detto addio alla sua salute psichica per condurre un gruppo di giocatrici decisamente “non normali” ai vertici della classifica di serie C.

Anche in questo caso il tutto sotto una unica bandiera: quella della Nuova Jolly.

Ringraziamo, ma non troppo, il buon Davide Arillotta.

Basket & Arte

 

 

Lungi dal fare azzardati ed impegnativi accostamenti biblici, è semplicemente arrivata la 15^.

Daniele Cerami l’aveva detto in conferenza stampa il 4 settembre 2013 ai nostri microfoni: “se faremo 15 vittorie consecutive andrò in pellegrinaggio mistico sulla collina di pentimele e da lì inizierò il cammino spirituale che mi porterà a diffondere la novella di nostro Signore ove regna il caos e le tenebre, per redimere le anime perdute”.

 

Contentissimo il presidente Salvatore Versace che commenta così la scelta del suo atleta: “Bravo Daniele, sono contento ed orgoglioso di te……… ma inizieresti questo tuo viaggio a Giugno?!?!?!? Chessò: appena finisce guarda caso il campionato?!?!?!? Poi, ti giuro che se vuoi ti accompagno pure”

 

Ringraziamo come sempre per la simpatica disponibilità il buon Daniele Cerami e la nostra art-graphic Fabiana Amodeo.

Basket & Arte

 

 

La Gioconda giocava a basket.

Torniamo ancora una volta ai capolavori di Leonardo da Vinci e scopriamo che anche la Monna Lisa, per gli amici Roberta Cogliandro, aveva una passione segreta per la pallacanestro.

Sorride maliziosa perchè la nostra damigella sà che, al termine della posa artistica,  andrà a vestire i panni della Team Wheelchair Kleos Lazzaro e far faville col pallone in mano assieme ai suoi compagni.

Questo sabato 1 Febbraio la vedremo in campo alle ore 18:00 al Centro Sportivo Viola per affrontare la formazione del Cus Catania…. quindi tutti a tifare Kleos.

Basket & Arte

 

 

Chi sarà? Scoprilo domani alle ore 16,30 su Reggio a Canestro all’interno dello speciale Basket & Arte

Basket & Arte

 

 

Arriva l’inverno in riva allo Stretto, una morsa di gelo attanaglia la Calabria, tutte le attività sono sospese fino al diramarsi della tempesta, stato d’allerta per tutti i cittadini.

Per tutti ma non per lui: Luigi Agostini, in arte Gino, che integgerrimo continua sedersi nel suo consueto seggiolino di comando, infischiandosene di pioggia, neve, freddo.

“Le alte mura in cemento armato dello Scatolone, il solido tetto coibentato, gli spogliatoi termici, mi proteggeranno… qui non entra un filo di vento, nè una goccia di pioggia”.

Manu non smette:adesso è ufficiale

Il suo tweet non mentiva.

Adesso è ufficiale Manu Ginobili giocherà un altro anno con la canotta dei San Antonio Spurs.

Qualcuno quella parola, ritiro, l’aveva sussurrata. Lui, chissà, forse ci aveva anche pensato ma alla fine la voglia di giocare, di sfidare l’avversario, ha prevalso. Così Manu Ginobili delizierà i palati del basket ancora un altro anno e lo farà ancora a San Antonio.

Il contratto? E’ un biennale con il secondo anno opzionale.

A ottobre Ginobili iniziera’ quindi la 14esima stagione con la franchigia texana, con cui ha gia’ disputato 865 partite e vinto quattro titoli Nba.

Il cittadino onorario di Reggio Calabria, dunque, continuerà la sua attività tra i pro rinviando, almeno per il momento la promessa di tornare in Calabria per riabbracciare la gente che lo ha visto crescere nella sua prima esperienza Europea.

{iframe} http://www.youtube.com/embed/-fp3l-8sEZU” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Basket & Arte

 

Sono le ore 17:48 di un piovoso giorno di Gennaio, precisamente venerdì 3 gennaio 2014.

 

Presso la sede sociale della Nuova Jolly squilla il telefono, al terzo segnale entra automaticamente il fax, in coda ci sono 19 roventi pagine tanto attese.

Il foglio n°1 indica in oggetto: inizio stagione agonistica 2013/2014 campionato regionale Serie C Femminile.

 

Romana Pirillo, dirigente della società di Viale Aldo Moro, prende immediatamente la preziosa documentazione, sale sulla Fiat Ulisse e si dirige frettolosamente verso la palestra “Scatolone” dove le sue ragazze si stanno allenando METICOLOSAMENTE agli ordini di coach Davide Arillotta in vibrante attesa dell’imminente inizio del torneo.

 

Giunge in via Stadio a Valle, “parcheggia”, varca la soglia del campo e sventolando il tanto atteso calendario delle partite esclama con tutta la forza della gioia: “Ragazze…ragazze: è arrivato… è arrivato il calendario… giorno 11 gennaio INIZIAMO!!!”.

 

Tutte contente, baci e abbracci e si rivolgono al coach: “Davide hai visto: giorno 11 iniziamo… sei conten………… Davide…….Davide…..Davide non fare così…. Davideeee……. Ragazze prendete un po’ di acqua e zucchero!!!! Davideeeee…. chiamate il 118 prestoooo!!! Davideeeeeeeeee”

 

Francesca Ambrogio gli tira 4 schiaffi per farlo riprendere, coach Arillotta si sveglia, apre un occhio, piano piano, è ancora pallido ma il peggio sembra passato, cerca di rimettersi in piedi e la giocatrice fa: “Caspita Davide ci hai fatto prendere una paura…. alla parola INIZIO sei crollato a terra….. La prima la giochiamo Domenica MATTINA……. A BOVALINO….. ALLE UNDICI………. Davide…..Davide…….. Davide di nuovo?!?!?!….. DAVIDEEEEEEEEEEEEE!”

 

Stavolta l’elettrocardiogramma è piatto.

 

Si ringraziano: Francesca Ambrogio, Roberta Vozza, Rita Caridi, Anna Fotia, Bruna Cozzucoli, Olga Marino, Davide Arillotta (Jolly Girl)

 

Basket & Arte

 

 

Cos’è un bacio? Nulla. Cosa può essere? Tutto.

Tengo a precisare per tutti i maliziosi che la scena qui presente è stata riprodotta grazie all’aiuto e alla professionalità dei 2 attori, è un bacio ARTISTICO, cinematografico; entrambi i protagonisti, Mavi Riso ed il giocatore Riccardo Costa, si sono visti per la prima volta negli studi di Via Stadio a Valle, il BACIO è stata solo una ESIGENZA di sceneggiatura, era tutto scritto nel copione… quindi dico a tutti coloro che guarderanno questa foto: NON FATELO A CASA!!!

PS: ho fatto 69 ciak della scena e ancora oggi non so spiegarmi come mai Riccardo mi dicesse “Uhmmmm non è venuta bene: ne facciamo un’altra?” e tra me e me pensavo: “che STAKANOVISTA!!!”


 

Basket & Arte

 

 

 

Dall’Olanda del XVI° secolo ci spostiamo a Reggio Calabria nel XXI°, catturando lo sguardo ammaliante della nostra nuova protagonista.

Dipinto olio su tela di Fabiana Amodeo

Soggetto: Roberta Vozza – Vis RC/Nuova Jolly RC

Ispirato alla “Ragazza con l’orecchino di perla” di Jam Vermeer

Basket & Arte

 

 

Per oggi abbiamo un autoritratto: il docente, scrittore umorista statunitense Mark Twain…. con la passione per il basket femminile.

Di seguito il mio aforisma preferito: “Mai rimandare a domani quello che puoi fare benissimo dopodomani”

Protagonista:Coach Enzo Porchi

Idea:Carlo Vetere

Restauro:Fabiana Amodeo

Basket & Arte

 

 

di Carlo Vetere – l’Urlo di Pasquale Favano

Le nostre paure erano fondate, tutto è compiuto, la tragedia consumata.

Nel momento di maggior difficoltà ed imbarazzo in cui versa l’impiantistica reggina, tra carte e infiniti lavori che ne regolano l’agibilità o sequestri giudiziari, solo un palazzetto sembra reggere alla furia degli eventi e del tempo: il Centro sportivo Viola “Massimo Mazzetto” che ormai viene abusato per qualsiasi attività.

Dopo la pallacanestro ed il calcetto, varcheranno da oggi i gialli e robusti cancelli anche il Curling, l’Equitazione, si terranno tornei serali di Burraco, briscola e tressette, rassegne cinematografice di film neorealistici cecoslovacchi, Balli sociali della terza età, sfruttando così a pieno regime, h24 NO STOP, ogni risorsa, ogni lampadina della palestra del rione Modena.

Il tutto nel pesante, assordante silenzio di politica, isitituzioni, stampa, tv e giornali.

Solo un uomo, uno soltanto, a questa terribile notizia ha elevato il suo coraggioso grido di protesta, soltanto lui: PASQUALE FAVANO, per un urlo che non rimarrà inascoltato.

Basket & Arte

 

 

E’ ancora lui: Michelangelo.

In forte crisi creativa, lo scultore/disegnatore fece un viaggio mistico in Calabria e passando da Via Stadio a Valle fu testimone di una scena struggente che catturò immediatamente la sua attenzione: una giovane compassionevole che presta soccorso ad un innocente vittima fuori da una struttura chiamata “Scatolone”.

Si avvicinò alla ragazza e chiese incuriosito: “fanciulla: cosa è successo?”

E la fanciulla rispose: “E’ un giornalista… ha appena guardato una partita di basket di serie C regionale ed è svenuto…. purtroppo la dovrà commentare… si riprenderà presto”.

Da un’idea di :Carlo Vetere

Protagonisti:Giovanni Mafrici & Ilenia Certomà

Design:Fabiana Amodeo

Basket è arte

La creazione

Il secondo capolavoro:L’uomo vitruviano

Il David

Basket & Arte

 

 

 

Michelangelo ed il suo viaggio in Calabria.

Ancora una volta lo scultore aretino trovò ispirazione per un suo grande capolavoro mentre era in viaggio tra le vie della città di Reggio Calabria.

Eccone un preview

 

Basket è arte

La creazione

Il secondo capolavoro:L’uomo vitruviano

Il David

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons