Bell sorride, la Viola c’è

 

 

{iframe} http://www.youtube.com/embed/QEANrZQSqpA” frameborder=”0″ allowfullscreen {/iframe}

link

Traduzione di Nino Romeo

Keion, la tua migliore prestazione a Reggio Calabria ma anche una grande prestazione di tutta la squadra…

 

Bell: “Sì, credo che abbiamo fatto tutti un grande lavoro, il coach ci aveva raccomandato di stare all’interno del piano gara ed è quello che abbiamo cercato di fare, sfruttare ciò che avevamo preparato in allenamento e credo che questo alla lunga abbia pagato.”

 

La stagione per la Viola sta cambiando, è in arrivo un nuovo giocatore che darà maggiore peso in area pitturata…

 

Bell: “Sì, è una stagione lunga, dobbiamo cercare di procedere e crescere come squadra passo dopo passo. Il fatto che ci sia o meno un nuovo giocatore non ci distrarrà dall’obiettivo di crescere e migliorare via via.”

 

Cosa serve per arrivare ad essere anche qui a Reggio quel Keion Bell che nel college era decisivo?

 

Bell: “Personalmente, per raggiungere il top delle mie prestazioni, devo solo integrarmi meglio con la squadra. La chimica è molto importante in una squadra, sono qui da un mese e mezzo circa, il tempo è poco, la stagione corre ma credo che abbiamo bisogno di costruire una chimica di squadra, migliorare e credo che dobbiamo crescere tutti, non solo io.”

 

Conosci Ashley Hamilton?

 

Bell: “Sì, quando io ero a Pepperdine, lui era a Loyola Marymount e c’era una rivalità di college, lo conosco bene ed abbiamo già chattato tramite i social network, lo conosco.”

 

E’ un bel giocatore…

 

Bell: “E’ un bel giocatore, molto atletico, presente in difesa e buon realizzatore, molto ordinato nell’area pitturata, è un gran bel giocatore e ci aiuterà a migliorare.”

 

Grazie.

 

Regalaci un sorriso per tutti i tifosi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons