Bermè, sconfitta amara all’esordio

REGGIO CALABRIA – La Bermè Reggio Calabria stecca l’esordio stagionale al PalaCalafiore uscendo sconfitta nei secondi finali contro la NoviPiù Casale Monferrato; una gara da alti e bassi durante la quale i neroarancio hanno messo in mostra i migliori pregi ed i peggiori difetti sui quali lavorare.

Un roster costruito senza dubbio per far bene quello messo su dalla società reggina che quest’anno, grazie anche alla preziosissima partnership commerciale con il marchio Bermè, non ha badato a spese e non ha lasciato davvero nulla al caso.

Tanto entusiasmo in città e tanta gente al PalaCalafiore per la prima di campionato che alla fine ha, però, un po’ deluso le aspettative.

Tutto in 40 minuti. Durante la gara i neroarancio hanno mostrato un elevato potenziale offensivo cui ha fatto, però, da contraltare la difficoltà nell’approccio difensivo dei singoli, sul quale coach Benedetto avrà modo di lavorare durante questi primi mesi.

La sensazione forte è stata, però, quella di avere davvero di fronte una squadra che, una volta messa a posto la difesa e con tutto il roster in salute, possa dare filo da torcere a chiunque in questa serie A2.

E’ stata la NoviPiù, alla fine, a portare a casa i due punti e lo ha fatto comunque con merito, avendo sfruttato al meglio tutte le opportunità concesse dai neroarancio; coach Ramondino, confermatissimo, è ripartito dal nucleo di italiani che tanto bene aveva fatto la scorsa stagione (Casale era stata semifinalista contro Agrigento), e con un roster versatile, con entusiasmo e senza pressione addosso più un assetto tecnico-tattico che già l’anno scorso aveva saputo mietere vittime illustri, ha già raccolto il primo frutto.

La partenza è tutta per i piemontesi che sfruttano i buchi difensivi dei neroarancio e vanno sull’8-15 (4′) con Natali, Martinoni e Bray, quest’ultimo caldissimo dai 6.75. La Viola “battezza” troppo i tiratori ospiti che continuano a punire a ripetizione dall’arco; nella seconda parte della prima frazione Ghersetti ed un ispiratissimo Spinelli contribuiscono a far sì che il gap venga subito colmato e con un parziale di 8-0 la Viola chiude addirittura in vantaggio i primi dieci minuti (23-20).

Nella seconda frazione, dopo i primi tre minuti senza punti e con tanti errori da entrambe le parti, gli uomini di coach Benedetto alzano il “muro” Crosariol sotto le plance; sono le triple di Mordente e Rullo a dare il +8 (37-29 al 18′), complice anche un calo nella percentuale di tiro dal perimetro degli ospiti. I canestri di Brackins e Martinoni chiudono, poi, il primo tempo sul 39-32.

Nella terza frazione, dopo un mini-break di 5-0 (44-34 al 23′), i neroarancio subiscono un black-out, con qualche forzatura di troppo in fase offensiva, e la NoviPiù è brava a ricucire subito lo strappo con un Bray mortifero dai 6.75; Blizzard, Martinoni e Vangelov completano l’opera ed a fine terzo quarto il tabellone recita 50-50.

Tutto da rifare per i neroarancio che nell’ultimo quarto non riescono, però, a gestire con la necessaria lucidità i momenti più delicati; non bastano le stoppate di Crosariol perchè in attacco qualche forzatura di troppo di Brackins e Freeman condiziona negativamente questa delicata fase del match; è un gran canestro di Rullo al 37′ a “svegliare” i reggini (56-59) che trovano il pareggio subito dopo con Spinelli e Freeman (59-59 al 38′).

Gli ultimi due minuti sorridono alla NoviPiù che è più brava nei secondi finali con un Blizzard chirurgico al quale non riesce a rispondere Freeman; l’ultimo tentativo in penetrazione del numero 1 neroarancio viene stoppato da Fall e Casale porta a casa la preziosissima vittoria di un punto (61-62).

Tanta, tantissima delusione per squadra, staff, società e tifosi, com’è normale che sia, ma alla prima di campionato l’unica cosa da fare è ripartire subito ed imparare dagli errori per crescere, senza drammi. Servirà del tempo ad una squadra totalmente rinnovata (Lupusor e Sindoni unici superstiti del roster della scorsa stagione) per trovare il giusto amalgama ma già nella serata di ieri i tifosi hanno comunque applaudito la prestazione dei neroarancio.

Ora mente e concentrazione subito ad Omegna, dove sabato prossimo alle 21 (diretta su LNP TV) la Viola affronterà la Paffoni alla ricerca di un pronto riscatto; una vittoria in trasferta, infatti, ridarebbe la giusta carica e la fiducia che, soprattutto in questa prima fase, non deve mai mancare.

Nino Romeo per Reggioacanestro.com

BERME’ VIOLA REGGIO CALABRIA – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO  61-62

BERME’ VIOLA: Freeman 20, Costa, Lupusor, Mordente 3, Rullo 8, Ghersetti 8, Sindoni ne, Crosariol 2, Brackins 12, Spinelli 8. Coach: Benedetto

NOVIPIU’: De Nicolao, Bray 16, Tomassini 9, Natali 5, Blizzard 6, Denegri ne, Martinoni 11, Vangelov 3, Ruiu ne, Fall 7, Saunders 5. Coach: Ramondino

Arbitri: Luca Bonfante di Lonigo (VI) – Angelo Valerio Bramante di San Martino Buon Albergo (VR) – Francesco Meneghini di Thiene (VI)

Parziali: 23-20; 39-32; 50-50

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons