BILLY FALL CHIEDE RISPETTO: “I GIOCATORI STRANIERI, GIOVANI E NON LAVORANO CON SACRIFICIO”

Billy Fall è, probabilmente, lo straniero più rappresentativo del movimento calabrese. Tra sorrisi e schiacciate ha vinto tanto, dispensato esperienza e consigli e messo a repentaglio la stabilità di diverse strutture regionali.

Oggi, ha tanto da dire, consigli per il movimento ed un unico diktat”Rispetto e passione”.

Si è parlato tantissimo degli stranieri e del basket.

Ci puoi raccontare la tua storia e come sei arrivato alla pallacanestro?

 

Ero una promessa del Calcio. In tanti sanno che prima del mio arrivo in Italia ero stato in Francia, al Monaco. Giocavo da Mediano di spinta. Poi… sono passato al basket perché mi divertivo di più.

 

Una stagione a servizio dei giovani della Planet, come hai vissuto quest’anno agonistico?

 

Quest’anno è stato bello molto bello.

Una nuova gioventù anche per me.

Stare insieme a ragazzi meno di vent’anni che davano il meglio negli allenamenti per guadagnare il posto in partita è un lavoro motivazionale importante.

In più, questa C gold ha messo in campo belle squadre e bravi giocatori.

 

Coach Tripodi ha affermato: Smettiamo di andare su “Amazon”alla ricerca di stranieri giovani che facciano al nostro caso. Cosa ne pensi?

 

Nutro tanto rispetto verso il Coach.

Però, vorrei puntualizzare una cosa.

Su Amazon vendono, talvolta, oggetti, sei semplici oggetti.

Non condivido quanto detto e ritengo squallido e irrispettoso verso i ragazzi stranieri che vengono per confrontarsi ad altri ragazzi italiani.

Nel mio piccolo penso che i ragazzi stranieri stimolano e fanno capire che solo il sacrificio paga senza aver scuse e tanti vizi. Lo sport è questo.

 

Hai giocato e vinto in Puglia, nel Lazio, in Sicilia e tante volte in Calabria. Hai trovato differenze tra queste regioni?

 

Ho visto e vedo che in Calabria siamo molto indietro a cospetto di altri regioni.

Posso partire dalle nostre strutture, dalle squadre più competitive che si trovano da altre parti, settori giovanili che non ci sono.

E’ ora di darsi una mossa, non bisogna trovare scude o alibi, bisogna lavorare sodo, giornalmente, con passione e competenza.

 

Yande è diventato il beniamino di Reggio Calabria.

Cosa ne pensi?

 

Yande è uno spettacolo vivente, ha un sorriso trascinante e si fa volere bene da tutti.

Non mi stupisco che Reggio lo abbia accolto, per ben due volte così.

Il nostro “Yao-Illegale” è una persona positiva e fa bene a tutto il movimento.

 

Umberto Di Martino e tanti giovani. A tuo avviso, chi, tra i tuoi giovani compagni di squadra ha più possibilità per volare in alto?

 

Tutti nessuno escluso ma con la consapevolezza di metterci sempre qualcosa in più. Lo insegnano i nostri idoli Kobe Bryant e Manu Ginobili. Se i miei giovani compagni Under 20 si fermeranno di più in allenamento, combatteranno giorno dopo giorno, supereranno le difficoltà potranno veramente, tutti, diventare grandi giocatori.

 

Ne abbiamo parlato tante volte.

Billy Fall, con un altro regolamento, in quali campionati avrebbe giocato?

 

Dico solo, avrei giocato, la risposta la lascio a Rac.

 

Post Covid si parla di riforme e ripartenze del basket.

Quali regole, secondo te, andrebbero cambiate?

 

Regole o non regole io preferisco far parlare gli esperti, gli ha normato il diritto del basket, talvolta sbagliando. Credo ed aggiungo che anche in queste scelte bisognerà essere più umili, considerare che una regola influisce sul giocatore e quindi sulla persona, dunque, serve rispetto, massimo rispetto verso il prossimo.

 

Devi mandare in campo la tua squadra del cuore. Scegli tre allenatori e dodici compagni di squadra.

 

Inizio dagli allenatori e dico:

 

Stefano Gioffrè per esperienza e pazienza

Peppe Condello per la sua grinta

Umberto Di Martino per l’amore del basket

 

In campo

 

Fabio Caruso(Pianopoli) Jamaal Womack(vis) Martin Aguirrezabala(Soverato) Elio Scott(Campo basso)Gennaro Rubino(Pianopoli)Yande Fall (Crotone)Mattias Kunkel (Fondi)Lo Giacco, Roberto Rizzo e Toto Infelise (Soverato )Arturo Spada (fondi)Andrea Danna e Boffelli (Costa orlando),

Senza togliere nulla agli altri compagni avrei scelto tutti❤

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons