Bombardiere con voglia di C

 

 

Una stagione tutta in ripresa.Adesso la C è assolutamente dietro l’angolo,dico bene?

Certo che si! Siamo giunti all’atto finale, quello più importante del campionato: il presidente Carbone ha lavorato e ha pianificato la stagione per arrivare a questo risultato e la squadra ha risposto al suo appello. Adesso con lo stesso impegno siamo pronti per affrontare i play off e raggiungere il nostro obiettivo con la vittoria del campionato.

Ci puoi dare un giudizio delle altre tre finaliste:Cras,Target e Pollino?

La Cras, che affronteremo domenica, è una formazione tutta giovane ben allenata da Anna Astorino che ha condotto una buona regoular season. La Target ha avuto un avvio di campionato negativo ma con l’innesto di Costantino si è creato un giusto mix tra giovani e veterani. Delle tre il Pollino è la squadra migliore: è stata un po’ penalizzata dal girone di ritorno in quanto ha dovuto incontrare fuori casa tutte le squadre che lottavano per i primi posti. Nonostante questo calo posso dire che ha disputato un’ottima regoular season, essendo stata in testa per i primi tre quarti di campionato.

Sappiamo che, per “colpa” delle gare non disputate non sei riuscito a vincere il titolo “quantitativo” di miglior marcatore del torneo come già avevi fatto in C Reg.Ci riproverai l’anno prossimo?

In ogni campionato che ho disputato sono arrivato tra le prime posizioni. Quest’anno per colpa delle partite non disputate mi sono trovato secondo: non ho vinto la classifica marcatori per quantità di punti ma di sicuro ho vinto per media punti. Nonostante questo sono comunque soddisfatto perché per me l’importante è contribuire con i miei canestri alla vittoria del campionato della New Team.

 

Infelise,Lo Giacco,Perrone,Di Vico:siete già pronti per la C?

Dopo un campionato di vertice è normale che la squadra sia preparata per il salto di categoria. Penso che la squadra e soprattutto la Società siano pronte per affrontare la serie C, anzi, sono convinto che l’obiettivo futuro non sia limitato alla serie C regionale.

 

 

Crisi totale di numeri e squadre e ti ritrovi in Serie D con altri Big che fino ad una o due stagioni fa giocavano nei campionati della Lnp.Ne vale ancora la pena continuare?

La situazione del basket in Calabria è un po’ tragica però, nonostante i problemi, ciò che mi spinge a giocare è la passione per questo sport che non mi abbandona mai; per questo, fino a che il fisico mi reggerà, varrà la pena continuare a giocare!

 

Nella passata stagione,un tuo amico decise,con grande coraggio, di non disputare il PlayOff di C Regionale per volare negli States per ragioni prettamente lavorative.Ci stai pensando anche tu?

La scelta di Antonio “Coky” Mermoria è stata un radicale cambio di vita che io condivido in pieno perché dovuto a motivi lavorativi: anche se è stato costretto ad abbandonare la squadra durante i play off è un giocatore che ha lasciato un gran segno nel basket calabrese. Io non ho avuto un’occasione simile quindi non ci sto pensando, ma di sicuro sto pensando di andarlo a trovare! Poi chissà, forse un giorno…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons