Botteghelle, successo e terzo posto

 

 

 

Al termine di 40 intensissimi minuti i ragazzi di Surace hanno la meglio su un Polistena che, pur priva di pedine di grande importanza, ha lottato per tutto il match. Bravi i biancoblù a crederci sempre, giocando con molta calma e tranquillità, piazzando il mini allungo decisivo proprio nel finale.

 

Ma veniamo al match. Il Botteghelle è a pezzi e cambia qualcosa tatticamente: Pensabene agisce da play, Catanoso e Cilione sono le due guardie, Minniti e Caumi i lunghi. Sul fronte opposto il quintetto è composta da Condoluci, Curia e Brosio, insieme ai lunghi Iodice e Macrì.

 

L’avvio vede il Botteghelle giocare con molto ordine, girando tantissimo la palla contro la zona dei padroni di casa e trovando ottime soluzioni con Minniti e un ottimo Catanoso. Polistena trova subito le contromisure e, grazie a un ispiratissimo Iodice e al talento di Curia, ricuce lo strappo e tentadi allungare. Sei punti di fila di Clione tengono le squadre a contatto (18 – 16).

 

La ripresa comincia con delle grandi giocate sull’asse Curia – Iodice, che, grazie anche a Condoluci, tengono i padroni di casa in vantaggio. Il Botteghelle trova però i canestri di un eccellente Marrara e grazie alle triple di Pensabene e Catanoso rimane attaccato nel punteggio. (33 – 32).

 

Le rotazioni sono scarse e si segna con il contagocce. Polistena grazie a Macrì e al solito Curia tenta nuovamente l’allungo. Il Botteghelle però non demorde e grazie alle giocate di Cajumi e resta a distanza di sicurezza, chiudendo il terzo quarto sul -3 (43 – 40).

 

Gli ospiti salgono di colpi in difesa, la zonda ordinata da Surace si fa maggiormente incisiva e comincia a mettere in difficoltà l’attacco di Polistena, tenuto alla miseria di 5 punti nell’intero quarto periodo, tutti su tiro libero. È il terzetto Catanoso – Cilione – Marrara a condurre il Botteghelle prima all’aggancio e successivamente al sorpasso. Finirà 48 a 51.

 

Polistena paga più del dovuto l’assenza del tiratore De Marzo e un quarto finale davvero pessimo. I ragazzi di Latella hanno venduto comunque cara la pelle, dimostrando che passare a Polistena non sarà facile per nessuno. Ottime le prove di Macrì e Curia, eccezionale Iodice, nonostante un secondo tempo meno incisivo del primo.

 

Per il Botteghelle un affermazione importante, fortemente voluta, ottenuta mettendo in campo tanto carattere e lucidità. Le condizioni della squadra del presidente Musolino sono disastrose, con un’infermieria davvero troppo affollata. Il 2012 è comunque iniziato nel migliore dei modi per i biancoblu, che saranno ora chiamati a un compito proibitivo: tenere testa alla Junior Basket Lido che appaia Cilione e soci al terzo posto.

da Botteghellebasket.it

Polistena: Iodice 14, Nasso ne, Brosio 6, Macrì 7, Curia 17, Pratticò ne, Condoluci 2, Macrì ne, Pulitanò ne, Cristofaro ne.

Botteghelle: Pensabene 3, Marrara 14, Cilione 12, Lucisano, Catanoso 15, Minniti 4, Cajumi 3, De Fazio ne. Falcomatà ne. Vinci ne. All. Surace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons