Buon test per i reggini con la testa a Domenica

 

 

La Viola Reggio Calabria continua a prepararsi verso la sfida di Domenica.

Si attende il pubblico delle grandi occasioni al Botteghelle in vista della gara contro Agringento, match ormai divenuto “una classica” del basket meridionale.

 

I nero-arancio hanno effettuato l’ultimo test prima dell’esordio in Divisione Nazionale A,un campionato che tra lo stupore generale potrebbe ancora subire delle inquietanti modifiche.Lo stesso potrebbe avvenire anche nel girone Femminile di A2 dove gioca l’Olympia a testimonianza di come la palla a spicchi italiana ha bisogno di riforme serie e concrete per decollare.

 

La Viola ha giocato senza forzare  contro un grande avversario: il Cus Messina, probabilmente la squadra ideale per nuove e future amichevoli per la massima espressione del basket calabrese.

Messina  si propone come leader e dominatrice nel prossimo campionato di Dnc  provando a prendere l’eredità del Trapani della passata stagione.I peloritani militano nel raggruppamento dove giocheranno le quattro calabresi Redel Vis,Nuova Jolly,Cestistica Gioiese e Planet Basket Catanzaro.

 

Al PalaNebiolo di Messina, magnifica struttura universitaria che respirerà finalmente basket di buon livello dopo aver ospitato le Finali Nazionali del Centro Universitario Sportivo nella passata stagione, il clima è da amichevole pura.

 

Coach Domenico Bolignano,fresco trentatreenne, recupera Ammannato.Il lungo ex Veroli è  in campo regolarmente dopo la botta rimediata nella sfida iniziale al Trofeo Sant’Ambrogio contro Matera.

La “defaillance” nero-arancio è rappresentata,invece dall’assenza più che giustificata del playmaker titolare Giacomo Mariani, in permesso speciale.Il regista ex Verona, infatti, si è laureato proprio in queste ore in Ingegneria Meccanica.(Un’analogia accadde quattro stagioni fa con il regista Max Di Lembo).

Reggio schiera il baby Rappoccio in regia, Zampolli a dare una mano al play ed in guardia con l’argentino Fabi in ala piccola accanto a  Fontecchio e Quaglia nel pitturato.

 

Il quintetto iniziale degli universitari farebbe la sua bella figura anche in categorie superiori, tralasciando la Dna dove la legge degli Under limita la struttura e la potenzialità dei roster siamo certi nel dire che questo team volerebbe nelle alte posizioni di classifica anche nella super combattiva Dnb di questa stagione(Trapani,Ostuni,Nuovo Basket Barese sembrano team super,ad Agropoli con Coach Paternoster giocherà l’ex Viola Maurizio Ferrara).

 

Coach Pippo Sidoti schiera Mori,Cavalieri,Riva,Sereni e Contaldo ovvero larga parte del roster che ha vinto la DNB tre anni fa con Patti

.

La gara è stata molto equilibrata.Atmosfera tranquilla, pochi contatti duri anche perchè, la testa dei nero-arancio è già a Domenica ed alla sfida d’esordio in Divisione Nazionale A.

 

Per la Viola,ottime performance nel pitturato per Francesco Quaglia,senza dubbio il migliore dei suoi.Il primo quarto sarà molto equilibrato.A seguire le squadre andranno avanti ad alternanza.

Spettacolare la schiacciata del giovane Marcante:l’atleta prelevato durante le finali del Cus dall’Università di Milano si è dimostrato in grado di far bene uscendo dalla panchina.Idem per l’ex Upea ed Acireale Tomas Di Dio.

Gara degli ex per Claudio Cavalieri e Giacomo Sereni.

L’andamento sarà abbastanza equilibrato fino al quarto periodo.Zampolli si dimostra nuovamente il top scorer dei reggini.

Lo strappo decisivo per Reggio arriverà nel “tempino” finale.

Il match termina 66 a 76.

Nel frattempo la Moncada Agrigento ha firmato un innesto dell’ultim’ora per sopperire all’assenza per infortunio del talentuoso Albano Chiarastella.Il quintetto di Franco Ciani ha firmato Riccardo Castelli da Casalpusterlengo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons