C Femminile:Jolly Girl in finale

 

 

Pall. Rende-Jolly Girls 33-37

Pall. Rende: Longo 4, Zoccali 5, Morrone 7, Tradigo 2, Carbone, Pizzino 4, Barci, Vanni 4, Nucci 7, Coccimiglio.

Jolly Girls: Cuzzucoli 5, Vozza 5, Scordo 6, Fotia 15, Ambrogio, Smorto 6, Ficara, Cutrupi n.e. Allenatore: Arillotta.

Arbitri: Fontanella e Nocera.

Note- Parziali: 7-8/14-17/20-27

No, proprio ora no. Non ci si può fermare proprio sul più bello. Proprio ora che il cerchio si è ristretto, proprio ora che rimane solo un ostacolo, l’ultimo, da superare. Le Jolly Girls sbancano Rende e si regalano l’accesso alle finali play-off. Una gara caratterizzata dall’elevata posta in palio, come testimonia il bassissimo punteggio. La voglia di prevalere di entrambe le squadre si vede anche nelle tantissime palle contese che i due arbitri hanno dovuto fischiare, segno tangibile che per ogni istante si è lottato su ogni pallone, ma sempre nei limiti della correttezza e della lealtà sportiva.

L’avvio è di marca locale (4-0 di parziale) prima della rimonta ospite (4-8) e della chiusura del primo periodo sul 7-8. Tanti tiri sbagliati da ambo le parti, frutto non solo della tensione ma anche di canestri molto rigidi che “sputavano fuori” contro ogni legge della fisica, tante e tante conclusioni. Equilibrio che permane anche nel corso del secondo periodo, nel quale probabilmente la tripla da distanza siderale della Vozza, da una spinta in più a livello emotivo agli ospiti. Conteggi alla mano, le Jolly Girls andranno all’intervallo lungo avanti di 3. Rende si dimostra maggiormente reattivo quando si tratta di catturare i rimbalzi in attacco; quando non avviene, le nero arancio di Arillotta, mettono in atto il proprio contropiede, che soprattutto nel terzo periodo consente loro di prendere il largo (20-27).  L’ultimo tempo è un susseguirsi di emozioni: Rende che si riavvicina pericolosamente; Reggio Calabria che soffrendo e sbuffando si affida all’esperienza della Fotia (15 punti per il capitano), che proprio sui titoli di coda, realizza gli ultimi 4 punti della sicurezza.

Solita prova tutta grinta e cuore in difesa, contornata da quella maggiore lucidità tipica di un gruppo compatto e coeso che, forte anche della vittoria di gara-1, ha potuto gestire meglio la pressione. Accanto alla ottima prestazione della Fotia, da sottolineare le favolose prestazioni della Cuzzucoli e della Scordo. Quest’ultima sbaglia pochissimo e gestisce al meglio tanti palloni, consentendo sempre alla squadra di ragionare. Sotto le plance la Smorto non fa più notizia, tra stoppate, rimbalzi ed un “reverse” da urlo. Da segnalare infine, anche il ritorno della Ficara la quale, seppure per pochi minuti, ha portato il suo mattoncino utile alla causa.

Adesso si rimane in attesa di conoscere il nome del prossimo avversario. Il Giudice Sportivo ha attribuito la vittoria per 20-0 a tavolino alla Lu.Ma.Ka. contro San Michele in gara-1. Oggi si replica in casa della Lu.Ma.Ka. e l’augurio è che proprio le finalissime per la Serie B, vengano disputate in un derby tutto reggino.

Fabrizio Cantarella – Uff. Stampa Nuova Jolly Basket

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons