C Femminile:Non finisce qui

 

 

Annullare lo svantaggio di gara-1 era l’obiettivo per le Jolly Girls. Missione compiuta e San Michele al tappeto così come accaduto durante la regular season. Le reggine di coach Arillotta sfoderano una prestazione maiuscola, dando da subito la propria impornta al match, davanti ad una gran bella cornice di pubblico, che non ha mai smesso di incitare le proprie beniamine. L’opaca copia della squadra tesa e distratta dalla posta in palio, vista a Catanzaro, è stata sostituita dalla vera immagine delle nero arancio. Intensità difensiva, soprattutto a rimbalzo, e contropiedi letali. Si rivede il sacrificio, si rivede il cuore e la comunicazione tra le componenti in campo, sempre pronte ad aiutarsi l’una con l’altra. Il risultato? Gara sempre saldamente in pungo e San Michele che non riesce mai ad andare in vantaggio, mentre le reggine nel secondo periodo toccano il massimo vantaggio (+13 sul 22-9).

 

Superalativa la prova realizzativa della Fotia, condita da tanti recuperi difensivi. Altrettanto perfette le performance della Vozza e della Ambrogio, che anche con quel pizzico di esperienza e furbizia in più, hanno trovato più volte anticipi decisivi nella propria area, oltre a guadagnare falli importanti in zona d’attacco. C’è inoltre da sottolineare gli apporti della Smorto e della Ficara. La prima cattura un’infintià di rimbalzi oltre alle stoppate che ormai non fanno più notizia; la seconda invece supporta la Fotia in fase realizzativa, mettendo a referto punti pensati nell’economia della gara. Bene, benissimo anche la Scordo che gioca con tanta intensità in entrambe le fasi, mentre la Cuzzucoli viene condizionata dai due falli commessi nel primo periodo e per tanto è stata centellinata da coach Arillotta. Non per questo però, anche lei quando in campo ha fatto sentire la sua presenza soprattutto in difesa.

 

Dall’altra parte San Michele si è dimostrata dura a morire, riavvicinandosi pericolosamente nell’ultimo periodo (vinto per 11-15) guidata dai canestri della Spadaro. In precedenza, solito ordine in regia per la Astorino che mette a referto anche 11 punti, mentre sotto le plance V. Fregola finisce con l’essere la migliore realizzatrice della sua squadra.

 

Si va dunque a gara-3 nel segno della perfetta parità, con il fattore campo al momento, sempre rispettato tra regular season e play-off (2 vittorie San Michele, 2 vittorie Jolly Girls). Fare un pronostico è fantascienza: di certo, le jollyne hanno voglia di coronare il sogno di un’intera stagione e saranno pronte a dare il tutto per tutto nell’ultimo atto di questo campionato.

 

 

 

Fabrizio Cantarella – Uff. Stampa Nuova Jolly Basket

 

Jolly Girls-San Michele 57-53

 

Jolly Girls: Vozza 4, Fotia 22, Ambrogio 7, Ficara 11, Scordo 9, Cuzzucoli 2, Smorto 2. Allenatore: Arillotta.

 

San Michele Cz: Astorino 11, Raiola 8, Pudia, D. Fregola, Fratto 3, Alcaro 4, Spadaro 11, V. Fregola 14, Procopoio 2. Allenatore: Mancini.

 

Arbitri: Catalano e Zappia di Reggio Calabria.

 

Note- Parziali: 17-9/30-22/46-38

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons