C Reg:Daniele Sergi non ha dubbi

 

 

La finalissima spareggio tra Nertos e Mazara si giocherà sabato al PalaNebiolo(PalaCus) di Messina.Riavvolgiamo il nastro:Nella finale tutta calabrese,

vince la Nertos all’interno di una gara sportivamente parlando perfetta.Parliamo con l’Mvp dei locali,il play Daniele Sergi.

Hai qualche rimorso per questa sconfitta? Potevate dare qualcosa in più?

?

 

Sicuramente, quando si perde una finale e’ inevitabile che non ci siano rimorsi. Ilrammarico di non aver fatto abbastanza, analizzando “gara 1” loro sono stati piu’ pronti di noi e ci hanno messo sotto. Sotto tutti gli aspetti,sia chiaro: fisico, atletico, tattico. Hanno meritato e lo ha dimostrato anche il punteggio finale;In gara due e’ stata completamente un’altra partita: sapevamo di dover  mettere molta piu’ intensita’ difensiva per non soffrire al rimbalzo: loro hanno disputato la loro peggior prestazione contro di noi: e indubbiamente era una partita che avremmo dovuto vincere.

 

Un giudizio sulla stagione del tuo Villa San Giovanni?

 

Innanzitutto e’ stata una stagione divertentissima con un allenatore  e dei compagni  di squadra  fantastici:  ringrazio anche  la dirigenza del Villa San Giovanni sempre pronta a  supportarci ;  dal punto di vista dei risultati credo che abbiamo disputato una grande stagione. Sin dall’inizio dell’anno,il Coach Eugenio Dattola  non ha prefissato traguardi o obbiettivi: il “dictat” è sempre stato quello di lavorare e crescere come gruppo consapevoli della nostra forza. Abbiamo conquistato  una finale e superato squadre composte da giocatori fuori-categoria e con ambizioni probabilmente superiori alle nostre  come il Botteghelle, il Rende,  il Lamezia, team che avrebbero potuto partecipare, per tasso tecnico, alla finale.

 

Facevi parte dell’Audax finalista di tanti e tanti anni fa che perse contro il super Palmi.Sembra passata una vita? Regressione o riprogrammazione dei campionati?

 

si, bellissimi ricordi con compagni di squadra dai quali ho imparato tantissimo, l’attuale  Giuseppe “pastoredianimeperse” Zoccali su tutti.

La riprogramazione dei campionati( se di riprogrammazione si puo’ parlare) e’ in atto da diversi anni:  cambiano i  nomi le modalita’, le formule ma il risultato e’ sempre uguale:   troppa confusione e nessuna certezza, probabilmente sara’ stata anche una regressione voluta, poiche’ e’ impensabile poter  sostenere oggi i costi che  da qualche anno prevedono questi campionati. Probabilmente andrebbero apportati cambiamenti drastici.

 

Progetti per il futuro? Ti manca la Dnc?

 

Iniziando dalla seconda domanda,  posso dire che per chi come me interpreta la pallacanestro come un “hobby” e un divertimento anche se sempre con il massimo impegno, la dnc prevede maggiore responsabilita’ e  sacrifici.L’unico aspetto che pero’ rimpiango sono le strutture:nei campionati nazionali sono decisamente migliori rispetto alla situazione della C regionale: e’ impensabile che nel 2013 si possa ancora giocare in palazzetti come lo Scatolone dove non esiste il tiro da tre dall’angolo.

Il futuro?Ancora non siamo certi dell’esistenza della pallacanestro il prossimo anno percui posso prendermela comoda-scherzi a parte- la mia idea e’ quella di poter fare parte di un gruppo composto principalmente da amici esattamente come quest’anno.

 

 

Spareggio di C Regionale:i tuoi avversari della Nertos sfideranno il potente Mazara,squadra con tanti stranieri e grande voglia di vincere. Pensi che il pronostico sia tutto per gli isolani

 

Assolutamente no: anche se non conosco il valore reale di Mazara, posso certamente dire che la Nertos ha un collettivo completo in tutti i ruoli ,composto da giocatori che dovrebbero militare in categorie superiori, guidati da un Allenatore davvero preparato. Credo che questa formula anomala , non conoscendo le caratteristiche  e il gioco degli avversari,comportera’ molto equilibrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons