Capolista di nome e di fatto:Catanzaro vince ancora

 

 

Sesta vittoria consecutiva dell’Assitur Planet Basket Catanzaro, ottenuta contro i pur validi avversari della Green Palermo.

Una vittoria dopo l’altra,un protagonista dopo l’altro.Questa domenica,ad ergersi nel ruolo di Mvp è stato Gianluca Carpanzano, ragazzo classe 1995, autore di 20 punti, frutto di 5 monumentali triple, sempre più a proprio agio in questo campionato.

Ancora due punti, ancora un urlo al centro del campo per celebrare una grande prestazione davanti ad un pubblico numeroso e rumoroso, acceso a fiammate dalle giocate dei giallorossi.

Riavvolgendo il film della partita, il risultato a favore della capolista non è stato sempre così scontato. La Green Palermo ha venduto cara la pelle, grazie ai propri uomini migliori, Verderosa e Terrasi su tutti.

Pronti via e prime azioni che scorrono sui binari dell’equilibrio, con l’Assitur a dettare i tempi e Green Energy ad inseguire, non mollando mai la scia.

Calò, elemento di punta per gli ospiti é costretto quasi subito in panchina per problemi di falli, ma i locali non sembrano convincere come sempre.

Nel secondo quarto, le due “torri gemelle” Fall e Sereni provano la prima mini fuga ma Alessandra con due canestri di fila,la capolista rientra in scena con un nuovo piglio.Cattani realizza un canestro allo scadere dei 24 secondi che spezza le gambe agli avversari, Carpanzano inanella triple con una facilità disarmante. I padroni di casa scappano e diventano

irraggiungibili. La Green Palermo accusa il colpo, sbaglia qualche canestro di troppo, e per l’Assitur c’è il tempo anche per l’esordio stagionale di tre ragazzi di belle speranze, Luca Calabretta, Armando Cossari e Dario Palazzo. Qualche scampolo di gioco per emozionarsi ed esaltare ancora il pubblico e la sirena sancisce tra sorrisi ed abbracci l’ennesima vittoria giallorossa. Carpanzano è l’Mvp,doppie per Sereni,Fall,Cattani e Scuderi.

Planet Catanzaro  – Green Basket Palermo 70-58

Campionato DNC

Planet Catanzaro: Rotundo 0, Carpanzaro 18, Calabretta 1, Scuderi 14, Palazzo 0, Sereni 16, Cossari 1, Fratto n.e, Cattani 13, Mercurio 3, Fall 21.  Coach Fabrizio Tunno Ass Antonio Ceroni.

Green Palermo: Guastella 0, Muratore 1, Verderosa 13, Travisano 4, Forzano 7, Lanfranchi 1, Mantia 9, Alessandra 8, Provengano n.e, Terrasi 16, Calò 4, Contempo 4. All Avellone

Arbitri Ozzella di Napoli e Marino di Caserta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons