CARLOS DELFINO, ANCORA LUI

Grintosa prestazione della Carpegna Pesaro che ha messo, ancora una volta in evidenza l’estro del veterano del gruppo, l’ex Viola Carlos Delfino.

L’argentino è Mvp insieme a Filipovity anche se Reggio Emilia ha tantissime scusanti.

Puravendocela messa tutta per recuperare il recente stop forzato dagli allenamenti per la positività al Covid di quasi tutta la squadra e buona parte dello staff, i reggiani subiscono la sconfitta a Pesaro.
Fra palle perse e debolezza nel gioco dal punto di vista tecnico, la partita a Pesaro non fa testo e non avrebbe più di tanto senso giudicarla proprio per la situazione.

IL TABELLINO

CARPEGNA PESARO 84 UNAHOTELS REGGIO 63

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Filloy 11, Cain 7, Robinson 10, Tambone 9, Mujkakovic 3, Filipovity 16, Basso, Zanotti 9, Delfino 19. N.e.: Sablich. All.: Repesa
UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Bostic 9, Candi 7, Baldi Rossi 8, Taylor 10, Giannini, Elegar 6, Johnson 4, Bonacini 3, Diouf 4, Kyzlink 12. N.e.: Porfilio e Besozzi. All.: Martino
Arbitri: Manuel Mazzoni, Gabriele Bettini, Martino Galasso Parziali: 19-22, 42-37, 59-53
Note: tiri da 3: Carpegna Prosciutto 9/27, Unahotels 7/29; tiri liberi: Pesaro 19/30, Reggio Emilia 8/13. Usciti per 5 falli: Elegar e Filloy.

Show Buttons
Hide Buttons