CATANZARO, NOW OR NEVER: ULTIMA CHIAMATA PLAYOFF

di Maria Taverniti – Alle ore 18 appuntamento fondamentale per il cammino post-season dei ragazzi di Fabrizio Tunno

CATANZARO – Ultima chiamata play-off. Sprint finale per la Mastria Vending Catanzaro attesa dagli ultimi, pesantissimi 120 minuti di regular season per dare continuità ad una stagione fin qui certamente positiva ma sicuramente non priva di qualche zoppia. Tante le energie profuse dalla formazione giallorossa per raddrizzare un inizio affatto semplice. Dalle sabbie mobili dei play-out al limbo della terra di mezzo fino alla lotta per quell’ultimo scranno in fascia verde che rappresenterebbe l’attesa ricompensa per l’impegno dei ragazzi di coach Tunno. La sosta è stata quanto mai opportuna per recuperare le forze dopo un periodo altamente impegnativo ma dal poco costrutto. La vittoria manca in casa Catanzaro dal 25 Febbraio scorso quando la Planet si impose nella gara interna contro la diretta concorrente Scauri. Quella che sembrava allora la formazione più papabile per staccare l’ultimo ticket play-off ha però dovuto ridimensionare la propria corsa al cospetto di Luiss, Virtus Salerno e, ultimo stop in linea temporale, pesante quanto imprevisto, Venafro. Ecco quindi nuovamente la Mastria ripartire da quella zona di metà classifica in cui tutto sembra incerto, in cui devi lottare per il  risultato ma non puoi fare a meno di guardare, da spettatore, anche a ciò che accade sugli altri campi. Leggasi l’anticipo tra Capo d’Orlando e Scauri, vinto dai laziali per 75-78, che ora precedono i calabresi di due lunghezze. Ultimi 120 giri di lancette, ultimi 120 minuti di lotta su ogni pallone, ultime tre gare di regular season. E non si può sbagliare.

Primo avversario ad anteporsi tra la Mastria Vending e la griglia play-off sarà Battipaglia. Una formazione che non evoca bei ricordi per i ragazzi di coach Tunno che un girone fa, in terra campana, accusarono uno scivolone pesante contro una formazione che naviga stabilmente nelle zone di bassa classifica. La gara di andata si chiuse con il risultato di 66-60 a favore della squadra di coach Porfidia. Da allora, poco è cambiato. Le due ultime vittorie contro Patti e Isernia  hanno scongiurato la retrocessione diretta dei biancoarancio, retrocessione che rimane ora affare esclusivo de Il Globo. Ma la matematica non lascia adito ad interpretazioni. La permanenza in serie B dei campani passerà necessariamente dai play-out dove, a contendere la serie cadetta, incroceranno Venafro, Cagliari e Patti.

Sulla carta, il match interno contro la Treofan appare ampiamente alla portata della formazione calabrese, il cui accesso in post-season passa anche dall’evitare quei cali di concentrazione più volte decisivi in gare all’apparenza prive di insidie.

Planet alla ricerca della vittoria ma anche, parentesi statistica, Devil Medizza alla ricerca del primo successo in canotta giallorossa. Dal suo arrivo in Calabria, la Mastria ha subìto tre sconfitte consecutive che non hanno ancora permesso al centro friuliano di brindare al primo successo jonico.

Palla a due alle ore 18:00 con la direzione di gara affidata ai Sigg.ri Massimiliano Spessot di Fogliano Redipuglia (GO) e Matteo Roiaz di Muggia (TS).

Ben quattro gli anticipi del sabato: Capo d’Orlando – Basket Scauri 75-78, Tiber Basket Roma – Citysightseeing Palestrina 67-80, Stella Azzurra Roma – Al Discount Dynamic Venafro 71-50, Luiss Roma – Virtus Valmontone 73-79.

Questo pomeriggio le restanti gare della 13^ giornata del girone di ritorno del campionato di serie B/girone D: Playa hotel Patti – BPC Virtus Cassino, Il Globo Isernia – Basket Barcellona, Virtus Arechi Salerno – Fotodinamico Cagliari.

 

 

Maria Rosa Taverniti per Reggioacanestro.com

Show Buttons
Hide Buttons