Catanzaro ritorna nel basket che conta

La Nota Stampa

Mancava solo l’ufficialità, ed oggi finalmente è arrivata,l’Assitur Planet Basket Catanzaro ritorna in Serie B. Dopo aver sfiorato la promozione sul campo, per due stagioni consecutive, i giallorossi conquistano il meritatissimo salto di categoria, obiettivo perseguito con costanza da tutta una città intera. Il sodalizio giallorosso ha dimostrato negli anni di aver compreso il modo giusto per provare a fronteggiare la crisi che imperversa nel mondo dello sport in generale e della pallacanestro in particolare. Con competenza ed orgoglio, la società catanzarese ha puntato tutto sulla costruzione di un florido settore giovanile, curando la crescita di campioncini locali sin dal minibasket, servendosi dei migliori istruttori, maestri di vita prima che di basket. E così, come una grande famiglia, nella quale gli atleti hanno recitato il ruolo di attori principali, l’Assitur ha potuto realizzare un progetto che dà lustro all’intero capoluogo calabrese. Dopo tre anni di assenza ritorna, infatti, nella serie B di pallacanestro italiana, ma le condizioni nelle quali si trova risultano essere diametralmente opposte. Se allora si puntava su un roster composto da giocatori provenienti da ogni parte del mondo, adesso la situazione è completamente diversa. Gli atleti che calcheranno il prestigioso parquet del campionato nazionale di Serie B saranno praticamente tutti catanzaresi, e sentiranno la canotta giallorossa come una sorta di seconda pelle. Un orgoglio che ben pochi giocatori possono vantare di vivere quotidianamente ed una motivazione extra che garantirà una spinta speciale durante ogni azione. Nonostante questo sia un momento di euforia, è obbligatorio sottolineare quanto il difficile cominci proprio adesso per il sodalizio del Presidente Masciari, che si aspetta la giusta vicinanza da sponsor ed istituzioni, al fine di poter proseguire un percorso di eccellenza, un servizio alla comunità impareggiabile, con finalità sociali e solidaristiche fuori dall’ordinario. Non può mancare un grandissimo ringraziamento a tutti coloro i quali si sono resi in qualche modo protagonisti di quanto realizzato sinora, partendo dal CEO di Assitur, Adriano Marani, e passando per la super tifosa Wanda Ferro, Commissario straordinario della Provincia di Catanzaro. Onore al merito a tutti i dirigenti, al settore tecnico brillantemente capeggiato da coach Fabrizio Tunno, ai giocatori protagonisti di una meravigliosa cavalcata lunga un anno, ed al pubblico, che sempre numeroso ha seguito le gesta dei beniamini locali. Catanzaro può stappare una bottiglia di quelle messe in riserva, la serie B ha spalancato le sue porte ed il basket che conta accende i riflettori sui giallorossi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Show Buttons
Hide Buttons